Governo disarma i poliziotti: niente taser nelle prigioni

Condividi!

“Bonafede, ancora una volta, si dimentica della Polizia penitenziaria. E’ incomprensibile come tale strumento possa essere considerato utile per Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza e non per gli uomini e le donne in divisa che, ogni giorno, devono difendersi da soli dalle continue aggressioni da parte dei detenuti, poiché, all’interno delle carceri, non si possono portare armi di alcun tipo”. Lo afferma Edmondo Cirielli, deputato Fdi e questore della Camera.

“Il ministro della Giustizia, insomma, non ne fa una giusta neanche per sbaglio -aggiunge- e insieme a tutto il governo Pd-M5S si conferma nemico della Polizia penitenziaria. Siamo ancora in attesa della cancellazione della vigilanza dinamica per arrivare ad una seria riforma dell’ordinamento penitenziario che dovrà porre al centro la sicurezza degli agenti penitenziari”.




5 pensieri su “Governo disarma i poliziotti: niente taser nelle prigioni”

  1. Siete mai stati in una prigione? Pensate che un taser possa servire se i galeotti sono Italiani?
    Per negri e arabi palla di ferro alla caviglia e guardie a cavallo con fucile sono il minimo.
    Pensereste ai sentimenti del vostro gatto mentre vi mangia l’arrosto?

  2. tutto il mio sostegno, come quello impiccato per i piedi dopo essere stato trucidato da mani resistenziali assassine, pagando con la vita le sue colpe e responsabilità di averle commesse, così devono pagare con responsabilità i nostri politici tutti ed amministratori che sbagliano !!! e sarà il popolo a decidere non i giudici del cazzo collussi all’inverosimile con la malavita e la massoneria catto comuniste . . .

Lascia un commento