Immigrati senza biglietto insultano la capotreno che non cede e li fa scendere

Condividi!

Il presidente Atc Piemonte Nord Luigi Songa questa mattina (16 gennaio) è stato testimone sul treno che alle 7 da Omegna porta a Novara di alcuni momenti di tensione, che hanno rischiato di degenerare, tra due passeggeri sprovvisti di biglietto e una dipendente di Trenitalia. L’esponente di FdI ha scritto una lettera alla direzione Piemonte di Trenitalia per segnalare l’accaduto ed elogiare la professionalità della capotreno nel gestire l’episodio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Scrive Songa: “Egr. Direttore buongiorno, Volevo segnalarle un episodio accaduto questa mattina sul treno indicato in oggetto, in mia presenza. In particolare desideravo mettere alla Sua attenzione l’eccellente comportamento della Sig.ra Capo Treno, che in presenza di due soggetti extra comunitari privi di biglietto e assolutamente non inclini al pagamento del pedaggio, si rifiutavano prima di scendere e, contemporaneamente, insultavano pesantemente la Signora la quale ha mantenuto un comportamento ineccepibile, con molta educazione ed altrettanta fermezza. Solo grazie alla modalità con cui la Signora ha affrontato il problema si sono evitati guai peggiori con il possibile intervento di altri passeggeri particolarmente inferociti. La prego di segnalare alla Signora le mie congratulazioni per come ha gestito la situazione; aggiungo che servirebbero più persone come lei per dare dignità agli Enti Pubblici ed allo Stato”.

Forse era meglio lasciarli ai passeggeri “particolarmente inferociti”.

Nella foto in alto un’altra capotreno coraggiosa che quest’estate ha fatto scendere un energumeno da un treno lombardo.




3 pensieri su “Immigrati senza biglietto insultano la capotreno che non cede e li fa scendere”

Lascia un commento