Così Di Maio finanzia gli scafisti coi soldi degli italiani

Condividi!

Soldi a pioggia all’Onu che poi finiscono ai clandestini che, così, possono pagarsi un secondo viaggio col barcone

“Anche se il volume dei flussi irregolari è calato considerevolmente, la situazione in Libia rimane la nostra priorità e intendiamo proseguire nel pieno sostegno all’azione delle agenzie Onu sul terreno per assicurare il miglioramento delle condizioni di vita di migranti, rifugiati, sfollati e comunità di accoglienza”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri (e già viene da ridere), Luigi Di Maio incontrando alla Farnesina il presidente dell’Oim, Antonio Vitorino.

I due interlocutori hanno avuto quello che immaginiamo essere stato un tragicomico scambio di opinioni sulla situazione migratoria nel Nord Africa e nel Sahel, con particolare riguardo alla Libia, dove la collaborazione tra Oim e Italia garantisce indispensabili servizi di assistenza ai clandestini bloccati in quel Paese. Tipo dare loro i soldi per pagare gli scafisti:

Immigrato confessa: “Onu ci dà i soldi per pagare scafisti e venire in Italia”

Ergo, Di Maio aumenta i finanziamenti a chi paga gli scafisti —> Di Maio finanzia gli scafisti.

Così la UE finanzia scafisti e miliziani islamici in Libia




Lascia un commento