Senzacasa italiano pestato in dormitorio da immigrati: “Qui non puoi entrare”

Condividi!




3 pensieri su “Senzacasa italiano pestato in dormitorio da immigrati: “Qui non puoi entrare””

  1. la polizia ha troppo da fare per difenderli? in quanto CITTADINI ITALIANI che votano e hanno una carta d’identità hanno diritto ad essere assistiti dalle Froze dell’Ordine. Perchè non accade?

    Il Comune di Treviso è già ammirevole pocihè una media città si è dotata di dormitori pubblici, che son molteplici mi par di capire.

    Il sindaco dispone della Polizia Municipale e la stampa del luogo dovrebbe presentargli il conto. Invece, nei supermercati vediamo mercenari della sicurezza, di colore, perquisire indigenti italiani che comprano sottoprodotti scaduti o li mangiano sul posto. E poi vengono processati per direttissima secondo una legge massonica anticristiana, che non distingue il CONTESTO DEL FATTO MATERIALE: un ladro di polli per necessità, da un ladro di miliardi per piacere e dolo.

    Lo stesso fatto, si verifica col furto di dati personali nelle aziende rispetto ad un mobbing e a intercettazioni protratte per anni. Ma questo è un caso autobiografico ed io non sono un ladro di polli.

Lascia un commento