EmiliaRomagna, Bonaccini allo stadio coi soldi dei contribuenti: scandalo sul candidato PD

Condividi!

Stefano Bonaccini, governatore uscente dell’Emilia Romagna e candidato del Pd.

VERIFICA LA NOTIZIA

Tra il 2015 e il 2017, attraverso Iren spa, società quotata in borsa a maggioranza pubblica controllata di fatto dagli enti locali emiliani e romagnoli, che gestisce i servizi elettricità, gas, rifiuti e acqua, avrebbe acquistato abbonamenti per due stagioni (campionato 2015/2016 e 2016/2017) per diverse partite di Champions League della Juve al Juventus Stadium di Torino.

Ci sono diversi esposti e denunce alla Consob.

Iren comprava posti allo stadio e li metteva a disposizione dei politici e dei loro accompagnatori. Gli organizzatori della pratica diffusa erano Massimiliano Bianco (amministratore delegato della società) e Cesare Beggi, ex assessore e sindaco Pd di Quattro Castella (Reggio Emilia), stipendiato dalla società proprio per tenere i rapporti con gli amministratori locali. Tra i politici che hanno beneficiato dei posti allo stadio ci sono il governatore Bonaccini (2 novembre 2016 in occasione della Coppa dei Campioni Juventus-Lione), l’allora segretario alla presidenza della Regione e oggi parlamentare Pd Andrea Rossi (stessa partita), l’assessore alla protezione civile della Regione Leonardo Palumbo (14 settembre 2016 Juventus – Napoli).




Un pensiero su “EmiliaRomagna, Bonaccini allo stadio coi soldi dei contribuenti: scandalo sul candidato PD”

Lascia un commento