Brumotti accoltellato da spacciatori: l’inviato di Striscia era a Monza

Condividi!

Accoltellato a Monza l’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti. E’ stato aggredito insieme al suo cameraman all’interno dei giardinetti di via Azzone Visconti. E’ accaduto alle 14 di oggi, domenica.

Come riporta il giornaledimonza.it, Brumotti è da ieri, sabato, a Monza per documentare la situazione legata allo spaccio di droga. Intorno alle 14 si trovava all’altezza dei giardinetti di via Azzone Visconti, zona da tempo meta di spacciatori, nonostante i controlli delle Forze dell’ordine.

Dalle prime informazioni raccolte, l’inviato e il cameraman che lo accompagnava sono stati aggrediti da spacciatori armate di coltello. Brumotti indossava il giubbotto antiproiettile: la lama ne ha lacerato la stoffa, fortunatamente senza raggiungerlo al petto. Il cameraman ha invece rimediato una ferita alla gamba.

Sul posto l’ambulanza della Croce rossa, l’automedica, gli agenti della Polizia di Stato e gli uomini dell’Arma.

Brumotti è stato più volte aggredito da spacciatori africani. Ma è la prima volta che viene accoltellato.




3 pensieri su “Brumotti accoltellato da spacciatori: l’inviato di Striscia era a Monza”

  1. Lanciafiamme e torture, solo così si bonifica. Ma soprattutto quando il figlio spaccia tutta la famiglia va caricata in un vagone piombato, se mai sono esistiti, e spedita in un campo lavoro, sempre che appunto qualcosa del genere possa essere concepito.

    1. Si può concepire pure di meglio!!!
      É che questi non imparerebbero mai…meglio fargli ingoiare tutta la merda che spacciano in una volta sola e usarli come esempio!Famiglie al seguito naturalmente!Il lavoro é una forma di redenzione che questi cosi non meritano.

Lascia un commento