Immigrato irrompe in chiesa Milano: vandalizza altare e bestemmia durante la Messa

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Paura a Milano durante la Santa Messa dell’Epifania. Un immigrato egiziano di 21 anni è salito sull’altare, ha vandalizzato il leggio del parroco e bestemmiato.

Se l’è cavata con una multa di 102 euro per il reato di bestemmia, previsto dall’articolo 724 del codice penale. In Egitto, se un cristiano lo facesse in una moschea gli taglierebbero la testa.

L’attacco nella parrocchia della Beata Vergine Immacolata e di Sant’Antonio, l’egiziano è entrato nella chiesa dopo essere salito sull’altare, ha lanciato una bestemmia, poi si è fiondato contro il leggio da cui il parroco stava svolgendo la funzione. I fedeli hanno allertato la polizia e, quando le volanti sono arrivate sul posto, hanno ammanettato l’africano.

Una volta portato fuori dalla chiesa, lo hanno arrestato per resistenza e denunciato per le bestemmie proferite. “Alla fine se la cava con appena cento euro di multa per aver offeso la nostra religione…”, commenta il deputato leghista Paolo Grimoldi. “Siamo in Italia e a questo egiziano è andata bene – continua l’esponente del Carroccio – se un cristiano in uno Stato islamico avesse bestemmiato contro Allah in una moschea sarebbe stato linciato subito dai fedeli o giustiziato dalle autorità. Altro che multa da cento euro”.

“È questa l’integrazione modello-Milano? È questo il rispetto per la nostra cultura?”, chiede ora il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia, Franco Lucente.

Nelle tasche dell’immigrato i poliziotti hanno trovato diversi grammi di droga e per questo è stato anche accusato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Da Fratelli d’Italia fanno sapere che da parte del sindaco di Milano Beppe Sala non è arrivata “neanche una parola” mentre “da parte di tutti i buonisti da salotto” solo una “alzata di spalle”. “Questo è il valore delle nostre tradizioni, che possono essere calpestate da tutti?”, si è chiesto Lucente. “Se fosse stato un cristiano a bestemmiare in una moschea di Milano – ha rimarcato l’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato – oltre alle reazioni violente dei musulmani, avremmo dovuto assistere a chissà quanti strepiti della sinistra, che invece è sempre silenziosa quando a essere insultata è la religione cristiana, usando due pesi e due misure”.

Purtroppo non era in Texas:

Spara contro fedeli in chiesa: ma è in Texas e loro sono armati, abbattuto – VIDEO

Qui al massimo siamo armati di telefonino.




9 pensieri su “Immigrato irrompe in chiesa Milano: vandalizza altare e bestemmia durante la Messa”

  1. Questi sono uomini, altro che i rammolliti italiani. Questo significa avere veramente fede, mica come i cattolici…e non mi dite che con la sua fede se ne sta a casa sua, perché i cattolici non l’hanno fatto.
    Quanti italiani vale ognuno di questi?
    È per questo che danno tanto fastidio, perché sono veri uomini, sanno come trattare le femmine, non temono gli sbirri e persino le pecore hanno più attributi degli italiani come potete vedere in questo video..e magari
    a qualcuno guardando il video gli verrà pure da ridere…
    Prendete esempio da quest’Uomo, se ne siete capaci….ma non lo siete.
    https://youtu.be/HiR5KjAbOkg

    1. Come sempre è tutto relativo: uno di questi vale parecchie sardine. E non è una semplice questione di fastidio ma di reciprocità: ci vorrebbero 102 bastonate sulla pianta dei piedi per punire il suo comportamento e se nessuno se la sentisse mi offrirei volontario con piacere per amministrare la sentenza.

  2. mi sono iscritto dal 7 gennaio 2020 al vostro sito, che quanto meno presenta notizie che sembrerebbero uno scoop continuo.

    Mi chiedo: è possibile che gli altri media non contengano mai queste notizia riguardo all’invasione islamica dell’Italia, che voi date tutti i giorni? è possibile che non via sia mai un video una fonte esterna citata, ma che gli articoli facciano tutti rifeirmento a immagini non contestualizzate e che potrebbero essere benissimo un copi-incolla da foto di repertorio? Sarò orobo, ma la fonte del fact cheking di cui parlata non è molto comodamente visibile, quanto lo sarebbe una citazione puntuale o un link nel corpo dell’articolo, come fanno tutti gli altri.

    Non voglio urtare nessuno nè essere pedante. Il mio è un semplice da suggerimento da umile lettore non professionista. Ma le alternative sono due: se ciò che dite, è vero la censua della stampa massonica di regime è arrivata a un livello di controllo impressionante; se ciò che è dite sui migranti islamici, è inventato di sana pianta, si tratterebbe di un’attività politica neofascista, irresponsabile pericolosa.

    Riguardo all’islamizzazione, pendo a favore della prima ipotesi, ovvero per una Chiesa Cattolica complice, indifferente e anche traditrice dei poveri e di Gesà Cristo Dio che è Dio-con-loro. Ho, invece, qualche dubbio e speranza che i maomettani non siano ancor arrivati a buttarci fuori dalla casa de nostro Dio, che è anche la nostra casa.

    A dire il vero, non vedo neanche commenti nè banner pubblicitari. Ciò mi fa credere che anche voi, pur avendo fonti autorevoli, vi siete dovuti tappare la bocca, perchè vi hanno itnercettato, pedinato, magari fatto qualche danno alla macchina per convincervi a stare zitti.

    Parlo da minacciato non violento. Anch’io nel mio piccolo ho spesso rotto le balle ala massoneria italiana e a chi la serve, inanzittutto non piegando il deretano a Lucifero come fa la maggioranza, ivi compreso chi legge e non ha mai nulla da commentare. Spero che siano solo congetture, almeno nel Vostro caso.

    Vi auguro buon lavoro e una vita migliore della mia, magari in Veneto.

  3. Io lo annegavo nell’acquasantiera!
    Non siamo tutti pecore senza palle e questi sono tutto fuorché veri uomini, ma manco finti!
    A volte capita che abbiano culo e non trovano resustenza, altre trovano pane x i loro denti marci!!!
    Facile menare donne vecchi e bambini o reagire alle forze dell’ordine sapendo di restare inpuniti, altra cosa é affrontare chi NE HA IL CAZZO PIENO DI MUSULMANI DI MERDA CHE PENSANO DI COMANDARE A CASA NOSTRA!!!!

  4. il problema e’ che in italia il porto d armi non l hanno neppure le forze dell ordine, se ci fossi stato io , ed avessi sparato contro sta bestia mussulmana, al negro davano la multa da 100 euro, e a me 5 anni di carcere per porto d arma, baccano molesto, uso improprio di arma da fuoco, procurato allarme e puttanate varie, in italia si deve sempre arrivare agli estremi, semmai verranno ammazzati un bel po di magistrati, solo allora sti froci chiederanno che il popolo si armi, quindi credo che solo allora i negri si daranno una calmata, sempre che i froci di magistrati
    non impongano il rilasco dell arma pure ai negri mussulmani

  5. Sembriamo non volerlo proprio capire!
    Questa è gente che odia tutto di noi:
    La nostra democrazia, libertà, religione e direi anche la nostra superiorità occidentale.
    Sono islamici che mangiano alla mensa di Cristo inneggiando halla.

Lascia un commento