Profugo frattura naso ad agente: libero perché ha “disturbi di personalità”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Presentata durante il processo una perizia psichiatrica eseguita sul 22enne africano, in cui si riconosce un disturbo della personalità. In seguito alla brutale aggressione, il poliziotto ferito aveva ricevuto una prognosi di 30 giorni.

Il suo aggressore maliano, invece, è già tornato a piede libero.

Deciso a non farsi identificare dopo essere stato fermato per l’aggressione ad un senzatetto, l’immigrato aveva aggredito gli agenti, arrivando a fratturare il setto nasale ad uno di loro, tramortito con un forte pugno, gettato a terra e riempito di calci.

Immobilizzato a fatica e tradotto negli uffici della questura per le pratiche di identificazione, lo straniero, risultato essere un senza fissa dimora pregiudicato ma in possesso di regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari, era stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi lo scorso aprile.

Il maliano è rimasto dunque dietro le sbarre della casa circondariale di Piacenza fino alla giornata di ieri, venerdì 13 dicembre, quando si è tenuto l’ultimo atto del processo a suo carico.

Difeso dall’avvocato Corrado Prandi, il 22enne ha ottenuto il patteggiamento ad 8 mesi di reclusione ed è stato rilasciato. Fondamentale, durante l’udienza, la perizia psichiatrica eseguita sul giovane straniero dal dottor Filippo Lombardi, che ha riscontrato un leggero disturbo della personalità pur riconoscendo la completa capacità di intendere e di volere dell’imputato. Il referto è stato quindi presentato durante l’audizione al giudice del tribunale di Piacenza, Sonia Caravelli, che ha dunque deliberato.




2 pensieri su “Profugo frattura naso ad agente: libero perché ha “disturbi di personalità””

  1. Ma che aspetta la polizia a delegare a Mafia e Camorra nostrane l’uccisione degli immigrati con precedenti e la distruzione dei loro corpi? Come si può non combattere la Mafia Nigeriana scatenandogli contro la Mafia Italiana in una sorta di guerra per procura, un pò come hanno fatto USA Israele ed Arabia Saudita che hanno inventato armanto e fiananzianto lo Stato Islamico detto ISIS per distruggere la Siria?

Lascia un commento