Brescia-Lecce, 14 italiani in campo: record in Serie A 2019

Condividi!

Il match tra Brescia e Lecce ha segnato un record in questa stagione per il campionato di Serie A. La sfida valida per la sedicesima giornata ha visto scendere in campo ben 14 giocatori italiani.

Sette gli italiani in campo per il Lecce: l’intera difesa composta da Rispoli, Rossettini, Dell’Orco e Calderoni, il centrocampista Tabanelli e i due attaccanti La Mantia e Lapadula. Tra le eccezioni ci sono Gabriel, il portiere Majer, Tachtsidis e Shakov.

E sono 7 i giocatori italiani del Brescia: Alfonso, il portiere, Sabelli e Mangraviti i difensori, Bisoli, Tonali e Romulo a centrocampo e Torregrossa in attacco. Quest’ultimo è stato anche l’autore del 2-0, grazie alla sua prima rete in Serie A messa a segno al 44′ su assist di Sabelli. Le eccezioni in campo: Chancellor, anche lui autore di un gol, Balotelli, Mateju e Ndoj (sostituito poi da Spalek, anche lui straniero).




3 pensieri su “Brescia-Lecce, 14 italiani in campo: record in Serie A 2019”

    1. Non sono sicuramente un fan del meticciato e delle coppie miste, ma Lapadula va considerato italiano al pari di tutti i coloro che hanno i genitori ambedue italiani. Poco importa la nazionalità del ventre da cui si esce, ma piuttosto quella del seme dal quale ha origine. Conta più la l’ascendenza patrilineare che quella matrilineare per stabilire a quale etnia si appartiene. In effetti Romulo ha un’ascendenza italiana molto remota, addirittura 2 trisavoli veneti, ma non sappiamo gli altri 14 cos’erano, e non sappiamo nemmeno se sono avi paterni.

Lascia un commento