Studenti costretti a cantare “Bella Ciao”, genitori protestano

Condividi!

Polemica in un comune dello spezzino per la scelta di una scuola media di far cantare agli alunni Bella Ciao.

VERIFICA LA NOTIZIA

La scelta è stata sostenuta dal sindaco di Riccò del Golfo (La Spezia), Loris Figoli (centrodestra) al quale si erano rivolti alcuni genitori in disaccordo con la canzone ‘politica’. Perché, secondo il sindaco, ‘Bella Ciao sarebbe un canto popolare’.

Al primo cittadino ha però replicato un esponente leghista, Fabrizio Zanicotti, sostenendo che, allora, “anche Faccetta Nera è un canto popolare. Sarebbe bene fosse cantato dagli alunni insieme a Bella Ciao”.




Un pensiero su “Studenti costretti a cantare “Bella Ciao”, genitori protestano”

  1. Se qualcuno provasse a far cantare quell’ignobile inno a mio figlio, gli farei imparare tutti i canti dei legionari d’africa a legnate e poi calci in culo fino a Predappio a chiedere scusa.

Lascia un commento