Scandalo Bibbiano si allarga: «bimba convinta di essere stuprata dal padre per portarla via»

Condividi!

Ordinanza cautelare interdittiva nei confronti del direttore scientifico della onlus ««Hansel e Gretel». Avrebbe indotto una bambina «al convincimento di essere stata abusata sessualmente dal padre e dal socio». Poi venne revocata la potestà genitoriale.

Tutto questo, mentre:

Bibbiano: tornano a casa 4 bambini ‘rubati’ ai genitori, è il PD che deve chiedere scusa

Questa mattina i carabinieri del Nucleo Investigativo di Reggio Emilia hanno dato esecuzione a Pinerolo (Torino) a un’ordinanza cautelare interdittiva nei suoi confronti, emessa il 6 dicembre scorso dal gip del Tribunale di Reggio Emilia, che dispone per Foti il divieto per mesi sei di esercitare l’attività professionale di psicologo-psicoterapeuta nei confronti di soggetti (pazienti o clienti) minorenni.

Il provvedimento è stato assunto in ordine al capo di imputazione secondo cui il terapista avrebbe sottoposto una minore a «sedute serrate, attraverso modalità suggestive e suggerenti, con la voluta formulazione di domande sul tema dell’abuso sessuale» per ingenerare in tal modo in capo alla minore «il convincimento di essere stata abusata sessualmente dal padre e dal socio».

Con l’obiettivo di radicare «nella minore un netto rifiuto nell’incontrare il padre», che è stato dichiarato decaduto dalla potestà genitoriale.

La nuova misura cautelare è stata decisa dopo una serie di indagini successive all’esecuzione dell’ordinanza cautelare del 27 giugno scorso, quando per Foti erano scattati gli arresti domiciliari, poi revocati il 18 luglio dal tribunale del Riesame di Bologna e commutati nell’obbligo di dimora nel Comune di residenza (Pinerolo).




2 pensieri su “Scandalo Bibbiano si allarga: «bimba convinta di essere stuprata dal padre per portarla via»”

Lascia un commento