Mattarella, il mantenuto al Quirinale: “evasione fiscale è indecente”

Condividi!

L’equivalente di “dategli le brioches”:

“L’evasione fiscale è l’esaltazione
della chiusura in se stessi, dell’indi-
vidualismo esasperato. E’ un problema
serio”,ha detto il presidente Mattarel-
la rispondendo a una domanda sul tema,
in un incontro con alcuni studenti.

“E’un problema grave perché significa
ignorare che si vive insieme e che la
convivenza significa contribuire tutti
insieme alla vita comune”, ha spiegato.
“Chi evade cerca di sottrarsi a questo
dovere, di sfruttare le tasse che paga-
no gli altri per i servizi di cui si
avvale. E’ indecente”.

Pagare le tasse per questo:

Anziani mangiano nella spazzatura mentre sfamiamo 100mila immigrati in hotel

Perché lui si sollazzi coi suoi sodali:

Oligarchi pagano 1.500 euro per applaudire Mattarella alla Scala

No. Non è ‘indecente’: è legittima difesa.

Indecente sono le multinazionali del web che eludono legalmente centinaia di milioni di euro. Indecente sono gli Elkann che cambiano residenza fiscale dopo decenni di soldi pubblici. Indecente sei tu, Mattarella, che da decenni sei mantenuto dai contribuenti.




2 pensieri su “Mattarella, il mantenuto al Quirinale: “evasione fiscale è indecente””

  1. Il presidente Mattarella ha perfettamente ragione.
    La nostra Costituzione (della quale il presidente è garante) è stata scritta per formare un grande paese, dove la collaborazione tra i cittadini e tra questi e le istituzioni deve portare alla creazione di una rete di rapporti per la vita in comune (sto’ usando le parole del presidente).
    Pertanto, dopo questo bel discorso del presidente, gli vorrei assegnare i compiti a casa.
    Cioè, che si metta al lavoro rileggendosi la Costituzione italiana e sottolinei i punti non rispettati dagli ultimi governi che abbiamo avuto.
    Poi dia una bella tirata d’orecchie a chi ha approvato leggi incostituzionali, ha approvato trattati incostituzionali infiaschiandosene della Costituzione italiana e faccia abrogare dalla Corte costituzionale tutto ciò che è in contrasto con la Costituzione stessa (mi si perdonino le ripetizioni).
    Non ci vuole molto, basta un poco di coerenza.
    Così porrà fine, una volta per tutte, alle “voci di corridoio” che stanno infangando la sua reputazione ed il suo mandato.
    Se ci tiene davvero, siamo sicuri che lo farà.
    La ringrazio in anticipo, signor Presidente.
    Un cittadino italiano che crede ancora nel proprio paese.

Lascia un commento