Troppi pestaggi: centro Vicenza vietato ai marines

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Per 45 giorni, i soldati delle forze armate americane non potranno accedere alle vie della Vicenza della movida.

“Il personale che entrerà nell’area vietata sarà punito secondo il codice di giustizia militare”, specifica il colonnello Kenneth Burgess, nella circolare che coinvolge quasi 3 mila soldati Usa. “È un provvedimento che non ha precedenti a Vicenza e per questo ringrazio le autorità americane”, ha detto il sindaco Francesco Ruocco.

L’occupato che ringrazia l’occupante.

La decisione dopo l’ennesimo pestaggio avvenuto in centro a Vicenza. La vittima dovrà rimanere in ospedale 40 giorni. Sarebbe bastato uno sguardo storto a scatenare la furia degli americani.

Sono 13mila i cittadini statunitensi presenti in città e divisi in due caserme. La convivenza tra marines e cittadini italiani è sempre stata costellata da problemi, ma negli ultimi anni gli episodi di violenza, causati dai soldati americani, sono aumentati: nel 2018 ben 550 interventi da parte delle forze dell’ordine italiane.

Quando arrivano in Italia, magari dopo mesi passati in Iraq e Afghanistan “quasi sempre travalicano i limiti”: si registrano risse, consumo di droga, violenze sessuali, incidenti stradali e disturbo della quiete pubblica.

Ma il problema è anche che questi ‘americani’ sono sempre meno ‘americani’.

Comunque: la guerra è finita quasi un secolo fa, ormai. Cosa ci fanno ancora qui? Eppure nessuno ne parla.
Trovateci un partito in Parlamento che si esprime su questo tema. Sembra che sia un fatto divino che gli americani debbano avere basi in Italia. Non lo è.




Lascia un commento