Tanzania espelle 200mila profughi del Burundi: si può fare

Condividi!

Il governo della Tanzania ha deciso di espellere 200mila richiedenti asilo. Lo ha annunciato il presidente John Magufuli in un bellissimo discorso tv, in cui ha dichiarato che i rifugiati burundesi devono ritornare a casa loro e non aspettare di diventare cittadini della Tanzania.

VERIFICA LA NOTIZIA

Così la Tanzania ha siglato un accordo col Burundi per rimpatriare 200mila rifugiati: una decisione ovviamente criticata dalle Nazioni Unite, che lavora per disarticolare gli Stati e farsi governo mondiale.

Magufuli, con una bellissima mossa di judo, ha usato la propaganda altrui rovesciandola: anche Gesù, ha detto, dopo essere andato in Egitto come rifugiato è ritornato in Palestina a predicare, quindi anche i rifugiati burundesi devono fare la stessa cosa e tornare nel loro Paese. Punto, set, partita.

Perché noi non possiamo fare lo stesso con nigeriani, bengalese e pakistani? Se lo fa la Tanzania, può e deve farlo l’Italia.




Lascia un commento