Ci vogliono togliere il Presepe: “E’ discriminatorio, Gesù è nero” – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Per gli xenofili e i laicisti il Presepe non si deve fare perché sarebbe ‘discriminatorio’:

Nelle scuole lo negano ai bambini italiani per non “turbare i figli degli immigrati”:

Il presepe va bene solo quando è piegato all’ideologia immigrazionista. Il ‘presepe’ di don Biancalani dove Gesù è nero:

Cristo non avrà, forse, avuto i capelli biondi, sicuramente non era ‘negro’. E visto che nel Cristianesimo la ‘carne’ è tutto, non deve essere stata una scelta casuale. Il nostro Dio non è impalpabile e privo di identità: è maschio e bianco. Anche la scelta di nascere ‘ebreo’ deve avere avuto un significato nella Storia. Mettetevi il cuore in pace.




2 pensieri su “Ci vogliono togliere il Presepe: “E’ discriminatorio, Gesù è nero” – VIDEO”

  1. Il Don di Vicofaro deve essere proprio un appassionato dell’Africa, avete visto che ha la cartina geografica dietro di lui? Per carità, libero di amare quel continente e i suoi abitanti, ma se proprio li ama vada a stabilirsi da quelle parti, non pretenda di portare milioni di africani in Italia.

  2. Digito dall’ufficio postale perché mi hanno tolto i giga, dicono che ho raggiunto il limite ma sono certa che non è vero, avevo navigato pochissimo, solite truffe ai danni del popolo. Per quanto riguarda il tema mi pare he ci vogliano distogliere da gravi intrallazzi, altro che presepe, ci stanno levando l’ossigeno. Utilizzano diversivi, i politici disquisiscono di noccioline turche invece di parlare del gravissimo problema della negata autodifesa. Mesi fa è stata varata una legge ridicola che in realtà non prevede l’uso/acquisto di armi, il popolo italiano è in balia del nemico e chi osa sparare trovandosi in grave pericolo, come è accaduto in questi giorni, rischia di essere condannato come un vero delinquente. Le religioni sono l’oppio dei popoli, frasi fatte ma attuali. Stiamo in campana, non perdiamo di vista quello che conta davvero. La Libertà e la Patria, sopra ogni cosa. A Noi!

Lascia un commento