Sondaggio Euro: sempre record di euroscettici in Italia

Condividi!

Scende ancora, in Italia, il sostegno per la moneta unica. E si tratta di un sondaggio ufficiale della Ue.

VERIFICA LA NOTIZIA

Solo il 55% degli abitanti dello Stivale, infatti, ritiene che la moneta unica sia una cosa positiva per il nostro Paese, contro il 65% della media della zona euro, con un calo di 2 punti rispetto a un anno fa, a conferma dell’ aumento degli euroscettici italici. Per contro, aumentano del 6% i contrari alla moneta unica: il 36% degli italiani ritiene l’ euro negativo per il proprio Paese.

E’ probabile che la realtà sia rovesciata.

Tra gli Stati membri della zona euro solo la Lituania fa meglio dell’Italia, con il 49% di opinioni positive rispetto agli effetti dell’euro sul proprio Paese e il 37% di opinioni negative, con i favorevoli che, però, nell’ultimo anno hanno recuperato il 7%. Sempre secondo questo sondaggio.

In termini generali, nei 19 Stati membri dell’ unione economica e monetaria, l’ Eurobarometro registra un aumento del sostegno all’ euro, che ha raggiunto il livello più alto dal 2002.
I più entusiasti della moneta unica sono gli irlandesi (88%), seguiti da lussemburghesi (81%) e finlandesi (79%). Secondo l’ Eurobaromtero, nell’ultimo anno c’ è stata una ripresa del sostegno all’ euro anche nei paesi più colpiti dalla crisi, con un più 8% a Cipro (55), un più 6% in Grecia (66%), un più 4% in Portogallo (68%) e un più 2% in Spagna (64%). Anche in Francia c’ è stato un netto aumento delle opinioni favorevoli all’ euro con un più 5% (64%).

Un continente di masochisti.




Lascia un commento