Arrestato reclutatore ‘Partito Nazista’: aveva troppe armi in casa

Condividi!

E’ stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dalla Digos di Genova e portato nel carcere di Imperia per detenzione di armi Pasquale Nucera, uno dei 19 indagati nell’ambito dell’operazione ‘Ombre nere’ coordinata dalla Dda di Caltanissetta. In sostanza: volevano fondare il Partito Nazista italiano. Un’inchiesta ridicola per un’organizzazione ridicola. Infatti è stato arrestato non per questo, ma per il possesso di armi.

Due giorni fa in un agriturismo a Dolceacqua in provincia di Imperia, dove Nucera risiede, erano state rinvenute armi e materiale propagandistico. In particolare erano stati sequestrati un fucile, 33 coltelli e 3 machete. Cose normali per chi vive in campagna.

In un’altra abitazione in territorio francese riconducibile a Nucera, sempre la Digos aveva rinvenuto diversi fucili e una pistola. Nucera, 64 anni, ex legionario ed ex vicecoordinatore di Forza nuova per la provincia di Imperia, secondo le indagini avviate due anni fa dalla Digos di Enna, era il reclutatore del gruppo e si proponeva come addestratore vantando la sua passata esperienza militare.




Un pensiero su “Arrestato reclutatore ‘Partito Nazista’: aveva troppe armi in casa”

Lascia un commento