Slovenia, multe ai patrioti che pattugliano le frontiere e respingono clandestini

Condividi!

Il ministro dell’interno sloveno, Bostjan Poklukar, ha dichiarato che il controllo dei confini nazionali è di esclusiva competenza dello Stato, pertanto qualunque gruppo organizzato da parte della società civile è un ostacolo al lavoro delle forze di polizia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poklukar ha presentato in parlamento una proposta di legge per limitare l’operatività delle “guardie civili” o dei villaggi, in riferimento alle iniziative organizzate per controllare le zone di frontiera, in chiave anti-clandestini.

La proposta di legge di Poklukar va quindi nella direzione di limitare “qualsiasi iniziativa di individui o gruppi che assumano compiti che rientrano nella giurisdizione dello Stato”, e sanziona con multe fino a 2000 euro le persone che turbano la quiete pubblica indossando uniformi e imbracciando armi.

E’ paradossale. Ormai i governi sono contro i popoli.




Lascia un commento