“Non una di meno”, donna uccide il convivente e lo butta in un sacco nero

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel giorno in cui le invasate ‘femministe’ a scoppio ritardato passeggiano a Roma per la ridicola manifestazione “Non una di meno”, per il solito business di un fenomeno inesistente come il ‘femminicidio’, si scopre che un uomo è stato ucciso e gettato in un sacco dalla convivente straniera.

La donna lo ha soffocato con un sacco nero dell’immondizia, lo ha chiuso dentro e lo ha abbandonato sul balcone.

E’ la ricostruzione della morte di Libero Foti fatta dalla Squadra Mobile di Trieste che ha indagato la donna per omicidio.L’uomo sarebbe morto il 12 ottobre dopo una lite in cui avrebbe aggredito la compagna con un coltello. Lei si sarebbe difesa colpendolo con una bottiglia. Poi l’omicidio. La donna sarebbe in Ucraina.




Lascia un commento