Carabinieri assaliti con kalashnikov: “Ora basta”

Condividi!

Tentano rapina con kalashnikov, Fsp Polizia: “Ennesima tragedia sfiorata. Criminalità sempre più offensiva, Forze dell’ordine non abbastanza supportate”

“Nell’Alessandrino, oggi, rapinatori hanno sparato contro carabinieri, intervenuti per fermarli, nientemeno che con dei kalashnikov. Pronti e professionali i militari dell’Arma hanno risposto al fuoco e li hanno messi in fuga, ma certamente, ancora una volta, è stata sfiorata la tragedia. L’ennesima tragedia, questa volta fortunatamente evitata. Lo diciamo così tanto spesso che sembrerebbe una cosa poco seria se non fosse, invece, così drammatica. In questo periodo così tanto buio abbiamo purtroppo ‘annotato’ una lunga lista di morti e feriti gravi fra le fila delle forze dell’ordine a causa dei servizi più disparati, e tante volte persino routinari. La vita si rischia per un banale intervento stradale, per un semplice riconoscimento, per un inseguimento, piuttosto che per un presunto controllo antidroga. Oggi, però, bisogna fermarsi a riflettere un attimo su quale significato abbia il fatto che una banda di rapinatori agisca potendo contare sull’uso di fucili d’assalto. Bisogna comprendere a fondo l’estrema pericolosità di una certa criminalità sempre più offensiva, sfrontata, feroce. E pensare a quanto ciò strida con il fatto che chi fa sicurezza non è sufficientemente supportato, e troppo spesso non può contare neppure sugli indumenti di servizio. L’articolata complessità di un lavoro come quello dei professionisti della sicurezza merita e necessita di tutto l’appoggio possibile, e certamente di investimenti ben più congrui di quelli con cui si pensa di poter tirare avanti”.

Lo afferma Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato, commentando la notizia che stamattina raffiche di kalashnikov sono state esplose contro i carabinieri a Sale, nell’Alessandrino, da parte di cinque banditi a volto coperto che volevano rapinare un portavalori, poi messi in fuga dai militari che hanno risposto al fuoco.




3 pensieri su “Carabinieri assaliti con kalashnikov: “Ora basta””

  1. Forze dell’ordine ribellatevi e rispondete compatti occhio per occhio,dente per dente.
    In altre nazioni civili e democratiche non si rivoltano contro le forze dell’ordine,anzi esse si fanno rispettare con le buone o con le cattive.

  2. Per lavoro sono stato in molti stati africani,mediorientali,ed asiatici.Ho notato che in tutte queste nazioni le forze dell’ordine sono tutte dotate di armi da guerra.Ad esempio in Algeria i vigilantes-corrispondenti alla nostra polizia municipale/polizia locale,sono armati con KALASHNIKOV,gendarmeria e polizia idem,milizia,esercito,ecc ecc ecc idem.I nostri CC usano ancora la berretta cal 9/7,65,e l’ormai vetusto MAB…..Con la differenza che se sono costretti ad usare l’arma o le armi in dotazione verrebbero indagati ed esonerati dal servizio,mentre gli Algerini quando le usano ed ammazzano qualche delinquente nessun giudice si permette di dire nulla.

Lascia un commento