Case popolari agli immigrati: “Italiani non devono sapere” – VIDEO

Condividi!

Ormai lo saprete, durante una diretta Facebook, Galeazzo Bignami e Marco Lisei – rispettivamente onorevole e consigliere comunale di Bologna, per Fratelli d’Italia – hanno mostrato i citofoni delle case popolari alla Bolognina, tutti di inquilini stranieri:

Bologna, italiani epurati da case popolari: tutte a immigrati – VIDEO

Nel filmato postato e poi rimosso dal noto social network, perché “non si deve sapere”, i due esponenti politici hanno ripreso le targhette, pubbliche, con i nomi degli immigrati, leggendoli ad alta voce:

Per questo sono stati fatti oggetto di linciaggio mediatico:

Tutto perché “non si deve sapere”: non si deve sapere che interi quartieri italiani, dopo anni di immigrazione scriteriata, sregolata e assurda, per leggi che difendono sempre e solo i diritti degli altri, sono diventati afroislamici, mentre molti italiani non hanno casa.

Non è normale che le case popolari vadano a loro. Anzi: è vergognoso che anche una sola casa popolare vada a loro. Dovrebbero venire qui per lavorare, non a farsi mantenere. L’immigrazione, limitata, dovrebbe favorire gli autoctoni, non essere fatta per mantenere chi arriva.

Deve essere rovesciato il paradigma.




Lascia un commento