Ventimiglia, branco immigrati sfregia 14enne italiano: lui li atterra a colpi di karate

Condividi!

Ventimiglia torna ad essere città di frontiera con il Pd al governo. Con gang di immigrati che, non solo cagano ovunque, ma che vanno anche a caccia di italiani da rapinare.

VERIFICA LA NOTIZIA

La vittima è uno studente ventimigliese, di 14 anni, Gabriele. Il ragazzino, intorno alle 16 di ieri, è stato accerchiato da un gruppo di migranti appena uscito da casa.

Armati di lametta hanno aggredito l’italiano con alcuni fendenti al volto, sfregiandoli le braccia con le quali si è coperto.

Il giovane, che pratica ju-jitsu, ha reagito con un calcio nelle parti intime di uno dei due aggressori, ma a quel punto però, è intervenuto il secondo straniero, anch’egli armato di lametta, che gli si è scagliato contro con numerosi fendenti. Anche in questo caso, grazie alla pratica delle arti marziali, il ragazzino è riuscito a parare i colpi – sferrando un pugno in faccia al rivale – ma il risultato sono diverse ferite da taglio alle braccia e alle mani.

“Dopo quanto è accaduto a mio figlio – dichiara la mamma – posso soltanto consigliare a tutti i ragazzi di frequentare corsi di autodifesa, perché Ventimiglia è diventata una città invivibile. Troppi delinquenti”.

Anche praticare l’uso delle armi. Scuola di tiro.




6 pensieri su “Ventimiglia, branco immigrati sfregia 14enne italiano: lui li atterra a colpi di karate”

  1. Giusto consiglio ma dovremmo essere noi x primi a batterci x i nostri figli, in primis con gli schifosi traditori che ci hanno riempito di questa feccia!!Evitiamo ai nostri ragazzi di prepararsi ad una guerra che é nostro dovere combattere e vincere quanto prima.

  2. Io a 50 anni non mi posso allenare in palestra, già pigluavo le botte a 20, figuriamoci ora. Ci vogliono le armi, bisogna girare armato, più si e’ vecchi meglio e’. Ma vuoi mettere un bel processo adopo i 70 anni? Al giudice comunista come lo piglio pwe il culo.

Lascia un commento