Sbarcati almeno 50mila infetti in 2 anni: “non possiamo trattenerli” – VIDEO

Condividi!

E questo è un numero al ribasso, i dati reali sono certamente più elevati

Dal 2015 al 2018, gli infetti sbarcati sono stati 43.787. Almeno 14 mila clandestini tra quelli sbarcati in Italia nel 2017 avevano la Scabbia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo si apprende rileggendo l’ordinanza di sequestro del’Aquarius da parte della procura di Catania (Zuccaro santo subito), inchiesta che la Cassazione ha poi confermato negli ultimi mesi:

Tbc, Hiv, Meningite e Sifilide: ecco cosa c’era nei rifiuti della nave dell’Ong di Ocean Viking

E nonostante questo, il nuovo governo Pd-M5s continua a fare utilizzare i porti italiani come discarica delle ong responsabili. E’ scandaloso.

Indagine Zuccaro svela: “Migliaia infetti, 25% di sbarcati”

Oltre 5 mila degli infetti li dobbiamo a Medici senza frontiere (Msf): 5088 con malattie infettive come la Scabbia, Meningite, Tubercolosi, Aids e Sifilide. Il tutto in nemmeno un paio di anni.

L’ordinanza della procura di Catania per l’inchiesta Bordless, spiega che sono stati evidenziati «numerosi e documentati casi di malattie registrate dai vari Uffici di Sanità Marittima siciliani e del Sud-Italia intervenuti al momento dell’arrivo dei migranti nei porti italiani».

Secondo questi dati, come abbiamo riportato ieri, circa il 25% dei migranti avrebbe sofferto di patologie infettive. Un’enormità.

Il totale degli sbarchi nello stesso periodo di un anno e mezzo è di 139.856 clandestini. Dal 2014 parliamo di circa 800mila. Questo significa che in proporzione gli infetti da varie malattie sono molti di più di quelli registrati agli sbarchi, secondo le carte dell’inchiesta.

Secondo un documento del ministero della Salute scovato da il Giornale, invece, solo nel 2017 sono stati identificati allo sbarco dei migranti irregolari ben 14.155 casi di scabbia. Nel 2016 erano 17.837 e l’anno prima 11.795.

Nel 2017 sono stati controllati nei porti di attracco il 93,3% dei migranti arrivati in Italia ovvero 111.361 individui. Quasi il 14% aveva la scabbia e altri 1.406 soffrivano di sintomi che possono nascondere malattie infettive anche più gravi.

Ma come sappiamo, a parte la Scabbia, il resto delle malattie, ben più gravi e infettive, è impossibile da diagnosticare allo sbarco. Ci vogliono esami approfonditi. Senza contare che, spesso, si tratta di patologie in sonno, che poi esplodono dopo mesi dalla permanenza in Italia:

Boom Tubercolosi tra migranti: 300 casi al mese

Emergenza AIDS tra i profughi: metà è infetto

E come sappiamo, i presidi medici dei Cara non possono trattenere e sottoporre agli appositi trattamenti sanitari chi ha patologie come la tubercolosi perché si ledono i diritti del clandestino:




Un pensiero su “Sbarcati almeno 50mila infetti in 2 anni: “non possiamo trattenerli” – VIDEO”

  1. Se questi dati hanno fondamento, come credo, Salvini e gli altri dell’opposizione li devono mandare in galera e buttare la chiave. Cosa aspettano? Le epidemie già ci sono, anche se non vengono divulgate. Ma non è complicato inviare un ispettore e vedere quanti casi, per esempio di meningite, si sono verificati. Qua a Genova si muore come le mosche, persino la mamma di una mia conoscente ha subito amputazioni a causa del virus.

Lascia un commento