Poliziotti costretti a scortare Carola Rackete: misure di sicurezza da capo di Stato

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Carola Rackete è tornata in Italia, accolta come un’eroina dalla sinistra:

Rackete torna in Italia e va in tour, non in galera

E questo è già incredibile. Questa delinquente del mare è libera, nonostante abbia speronato una nostra imbarcazione militare. Perché le toghe rosse condividono con lei lo stesso milieu ideologico. Da smantellare.

Ma c’è di peggio. Il governo ha inviato la Polizia a proteggerla. Perché gli italiani la odiano.

“Venire in Italia comporta ancora qualche rischio per me e per questo ho aspettato così tanto prima di tornare, dopo quest’estate. Devo adottare qualche misura di sicurezza, ma tutto ciò non mi preoccupa eccessivamente“, ha detto, circondata dalla scorta pagata dai contribuenti.

“Sono vittima dell’hate speech” dichiara Carola e si riferisce a “quel che circola in Rete. Mi fa molto più effetto il razzismo verso le altre persone, le discriminazioni e le ingiustizie sociali che ci sono nel mondo”. Però viene sempre in Italia, a pubblicizzare il suo fottuto libro di sciocchezze.

Secondo Repubblica, quindi notizia da verificare, la Rackete è stata “scortata dalla polizia e sotto strette misure di sicurezza, con controlli con i metal detector all’ingresso”.

Tutto questo per presentare un libro alla Fondazione Feltrinelli, insieme all’eurodeputato del Pd Pierfrancesco Majorino.

Ma, va bene che dovete obbedire agli ordini, ma scortare Carola Rackete? Davvero ci siete riusciti?




5 pensieri su “Poliziotti costretti a scortare Carola Rackete: misure di sicurezza da capo di Stato”

  1. Se é vero (ed ormai non mi stupisce più nulla) l’unica domanda che mi pongo è:Ma quanto a fondo riusciranno ancora a spingersi?
    Da una parte blaterano di tasse, doveri, responsabilità, legalità ecc., dall’altra avvallano ogni nefandezza immaginabile e non.. Non fosse morto indicavano Manson come Nobel x la pace?

    1. Conosco telematicamente un tizio che è convinto che Polanski sia la radice di tutti i mali del mondo, che sia figlio di Yagoda e bis nipote del Kaiser. Gli chiederò cosa pensa di Manson per farmi quattro risate. Quella comunque non è stata l’unica strage di quel tipo nello stesso quartiere e nello stesso periodo.

  2. Avrei proposto di farla scortare dalla guardia di finanza … questa mattina dal giornalaio ho visto in evidenza il suo libro… ci sperona anche con il libro sta’ tipa… l tragicita’ sta’ nel fatto che ci sara’ pure chi lo acquista.

  3. Se è vero “È roba da circo” perché l’Italia in questo momento è un circo pieno di burattinai che fanno a gara a tirare i fili. Rackete nasconditi e assieme a te chi ti da spago. Vergogna, i delinquenti in Italia li fanno scortare dalla Polizia, siamo all’inverosimile.

Lascia un commento