Presa a morsi e violentata sul treno: caccia a nordafricano

Condividi!

Una ragazza milanese di 28 anni è stata aggredita, venerdì 15 novembre, sul treno in arrivo alle 22 alla stazione di Seregno dalla Svizzera. E’ stata presa di mira all’interno di una carrozza del convoglio da un nordafricano che le ha messo le mani addosso cercando di spogliarla con l’obiettivo di una violenza sessuale, e di fronte al suo tentativo di difendersi l’ha picchiata. Presa a morsi.

VERIFICA LA NOTIZIA

La giovane ha urlato disperatamente nella speranza di attirare l’attenzione delle persone presenti sul convoglio, non molte considerata l’ora.

Grazie a Dio sono intervenuti un passeggero e il capotreno. Solo per questo la violenza sessuale non si è tramutata in stupro completo. Il convoglio si è infine fermato in stazione, dove all’apertura delle porte l’aggressore è scappato a piedi.

Una volta scattato l’allarme, sul posto sono convogliati i carabinieri, la polizia locale e un’ambulanza di Seregno soccorso, allertata con il codice giallo. Il personale sanitario ha soccorso la ventottenne, che ha riportato il segno di un morso all’altezza della scapola destra, comunque già medicato in parte dal capotreno.

Ora è caccia allo stuprato nordafricano.




2 pensieri su “Presa a morsi e violentata sul treno: caccia a nordafricano”

Lascia un commento