Open Arms, toga che giudicherà Salvini ha scarcerato stupratore seriale romeno

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Un trio tutto al femminile, quello che è chiamato a giudicare l’operato dell’ex ministro Matteo Salvini, indagato per sequestro di persone e omissione di atti d’ufficio, per il caso che riguarda la nave della Open Arms.

Il tribunale dei Ministri di Palermo sarà infatti composto da tre giudici donna: si tratta di Caterina Greco, Lucia Fontana e Maria Cirrincione. La Presidente sarà Caterina Greco, la più anziana tra le tre.

L’ex ministro dell’Interno è stato indagato dalla procura di Agrigento, ma il fascicolo è stato poi trasferito alla Dda di Palermo, competente per la valutazione delle ipotesi di reato sottoposte al tribunale dei ministri, che viene costituito nel capoluogo del distretto della Corte d’appello competente. Il tribunale dei ministri è composto da tre membri, estratti a sorte tra tutti i magistrati in servizio nella zona, che da almeno 5 anni siano magistrati di tribunale. Questa volta, ad essere estratte per giudicare il leader della Lega, Matteo Salvini, sono state tre donne.

Dei tre, al momento, abbiamo nozione di Lucia Fontana, che da GIP di Trapani mise ai domiciliari uno stupratore seriale (5 ragazze):

Alcamo, rumeno tenta stupri su ragazze: magistrato lo manda ai domiciliari!

Guarda te queste estrazioni a sorte come ci vedono bene!




Lascia un commento