Avvocati delle coop vanno a caccia di immigrati: ricorsi a spese degli italiani – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel solo 2018, 60.000 migranti si sono opposti alle autorità che hanno negato loro lo status di rifugiati. E a oltre 21.000 tra questi è stato concesso il patrocinio gratuito: fino a 1.200 euro per causa, a carico dei contribuenti.

In ambito civile, nel 2018 sono state 4618 le istanze di patrocinio dello Stato valutate in via preliminare dal consiglio dell’organo di rappresentanza dei legali presentate da richiedenti asilo sulla cui ammissione poi il giudice ha la parola definitiva. Circa il 50% delle richieste totali nel civile con una liquidazione media per ciascun legale di 800 – 900 euro a procedimento (il dato non è ufficiale, ma riferito da fonti qualificate).

Un numero che cresce sempre di più. Ogni anno, lo Stato mette a disposizione un budget per ciascun Tribunale (a Milano circa 15 milioni di euro) per varie spese di giustizia, tra cui anche una somma da destinare all’istituto dell”avvocato gratis’. Quando il capitolato di spesa si esaurisce, le note vengono comunque liquidate dai giudici agli avvocati che però non vengono pagati perché mancano le risorse. “Come Ordine – spiega Del Corno – il problema è quello delle disponibilità finanziarie per liquidare le note”.

Appare evidente che le somma stanziate dallo Stato non sono sufficienti, anche alla luce dell’incremento delle domande degli immigrati, il cui diritto all’avvocato nega quello degli indigenti italiani.

Clamorosa e gravissima la denuncia di questi avvoltoi ‘avvocati’ che di notte vanno a caccia di richiedenti asilo a Stazione Termini per offrire la propria assistenza in ricorsi fantasma a spese dei contribuenti italiani:

A questo, il decreto Salvini ha messo un freno:

Svolta Salvini: niente più avvocati gratis ai profughi

E non si limitano ai richiedenti asili pakistani, nigeriani e bengalesi per conto dei quali fanno ricorso a spese degli italiani, facendoli rimanere in Italia anni, in attesa delle decisioni giudiziarie. Lavorano a tutto tondo contro gli italiani:

Salvini blocca reddito cittadinanza a immigrati, avvocati Soros minacciano Inps: “Darlo subito”




Lascia un commento