Silvia Romano in mano a gruppo afro-islamico

Condividi!

E’ tenuta sotto sequestro in Somalia da un gruppo islamista legato ai jihadisti di Al-Shabaab, Silvia Romano, la cooperante milanese rapita in Kenya il 20 novembre dello scorso anno e poi trasferita in territorio somalo. E’ quanto emerge dagli sviluppi dell’indagine della Procura di Roma e dei carabinieri del Ros. Gli inquirenti stanno valutando l’ipotesi di inviare una rogatoria internazionale alle autorità somale. E’ tenuta sotto sequestro in Somalia da un gruppo islamista legato ai jihadisti di Al-Shabaab, Silvia Romano, la cooperante milanese rapita in Kenya il 20 novembre dello scorso anno e poi trasferita in territorio somalo. E’ quanto emerge dagli sviluppi dell’indagine della Procura di Roma e dei carabinieri del Ros. Gli inquirenti stanno valutando l’ipotesi di inviare una rogatoria internazionale alle autorità somale.

La prossima volta, sperando che torni sana e salva, anche se sicuramente non potrà tornare del tutto sana, si spera che deciderà di aiutare qualche anziano nel quartiere vicino, invece di partecipare ad un safari-umanitario.




2 pensieri su “Silvia Romano in mano a gruppo afro-islamico”

  1. Se tornasse viva la sua storia potrebbe essere un monito per quelli della sua generazione, anche se credo che una orda di psicologi e sociologi di sinistra le impediranno di raccontare lo strazio di anni ed anni di stupri brutali subiti.

Lascia un commento