‘Sardine islamiche’: PD arruola immigrati per fare guerra a Salvini, ecco perché vogliono Ius Soli

Condividi!

La vicenda della ‘sardine islamiche’, la cui identità etnica non è affrontata dai media di distrazione di massa, e che trova anche un Salvini troppo ‘pudico’, spiega perché il Pd voglia lo ius soli:

La ‘sardina’ islamica del Pd che vuole uccidere Salvini

Islamici convocano la sinistra in piazza contro Salvini, a Modena vandalizzata auto leghista

Hanno perduto il popolo. Vogliono arruolare nuove leve nelle seconde generazioni di immigrati. Ed utilizzarle contro gli italiani. E’ un progetto eversivo. Molto simile all’utilizzo degli schiavi che faceva l’élite patrizia al tempo dei Gracchi.

Lo scorso anno i servizi avevano lanciato l’allarme, rilevando la principale minaccia interna nella saldatura tra estrema sinistra e immigrati. Tutto questo lo trovate nella relazione annuale dei servizi segreti al Parlamento, preparata dal Dis.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma, essenzialmente, i punti principali erano l’allarme terrorismo islamico, con il pericolo clandestini-terroristi:

Servizi lanciano allarme terroristi sui barconi: “138 immigrati islamici ‘italiani’ con Isis”

L’avanzata delle mafie straniere, in particolare quella nigeriana, ‘grazie’ ai traghettamenti dalla Libia.

E la saldatura tra estremisti di sinistra e immigrazione, con il tentativo di assoldare carne da cannone tra gli immigrati.

In difficoltà per il mancato ricambio generazionale, perché gli italiani non se li filano più, la sinistra punta sull’arruolamento della popolazione straniera: “L’eterogenea galassia dell’antagonismo si è distinta soprattutto per il tentativo di superare una persistente tendenza alla “parcellizzazione delle lotte”, così da dare maggiore compattezza al fronte della contestazione. In tale quadro, ha assunto specifico rilievo strategico, nelle progettualità antagoniste, il coinvolgimento nelle mobilitazioni della popolazione straniera, ritenuta, in particolare dai segmenti più oltranzisti, un bacino di reclutamento “capace di produrre conflitto”.

Abbiamo dei musulmani che si mettono alla testa di manifestazioni violente contro la maggioranza degli italiani. Blanditi dal Partito Democratico. E minacciano di morte il leader populista del primo partito italiano.

Il Pd vuole eleggersi un nuovo popolo che poi li voti: la perversione della democrazia, vanno abbattuti politicamente

La proposta di legge Boldrini sul cosiddetto ‘ius culturae’, che Pd e M5s vogliono approvare entro la legislatura, è molto peggio di come viene descritta dai media. Molto peggio anche del famigerato ‘ius soli’ della scorsa legislatura. E punta proprio a formare un nuovo corpo elettorale per la sinistra ormai in via di estinzione.

Oltre agli 800 mila figli di immigrati che diventerebbero ‘italiani’ praticamente dalla sera alla mattina:

Arriva legge Boldrini per dare la cittadinanza a 800mila immigrati

Con questo effetto:

Così Pd-M5s fanno entrare il partito islamico in Parlamento

Nel testo della legge sono nascosti articoli che prevedono il riconoscimento della cittadinanza anche a richiedenti asilo, zingari e clandestini.

Ad esempio, il comma C dell’articolo 4 prevede la concessione della nostra cittadinanza ad un immigrato a cui sia stato riconosciuto lo status di rifugiato o, addirittura, la ‘protezione sussidiaria’, solo dopo 3 anni di soggiorno: nemmeno residenza, soggiorno.

E se con l’arrivo di Salvini la concessione di queste forme di asilo si è ridotta al 10 per cento delle richieste, negli anni del PD si era al 40 per cento: il che significa che, oggi, abbiamo in Italia almeno 170 immigrati che con questa legge diventerebbero italiani subito o entro pochi mesi (i soli 3 anni di soggiorno): una follia.

Ma non è tutto. Infatti, se questa legge venisse approvata, sarebbe automaticamente italiano anche il figlio di un clandestino nato in Italia. Questa fattispecie è a misura di Rom. Ma non solo, visto che l’immigrazione invecchia. Anche in questo caso parliamo di decine di migliaia di potenziali nuovi ‘italiani’. Soprattutto nei campi nomadi: 15mila apolidi più le decine di migliaia di zingari nati in Italia e clandestini.

E poi basterebbero 5 anni di residenza a chiunque per diventare ‘italiano’ e solo 3 anni ai romeni (anche qui tanti rom).

E poi ci sono tutta una lunga serie di altri modi per diventare ‘italiano’, uno dei quali, che dà il nome al PDL (ius culturae) e che prevede l’acquisizione della cittadinanza con la mera frequentazione di un ciclo di studi: che può essere anche un 17enne che arriva in Italia su un barcone e frequenta uno di quei corsi pagati dai contribuenti per ottenere un diploma.

Insomma, siamo in presenza di una vera e propria dichiarazione di guerra.

Questa è eversione.




3 pensieri su “‘Sardine islamiche’: PD arruola immigrati per fare guerra a Salvini, ecco perché vogliono Ius Soli”

  1. Che pena, questi non sanno più dove aggrapparsi pur di restare a galla e non affondare, solo i sinistroidi potevano avere certe idee. Se consentono a quelli dell’Islam di entrare in Parlamento non passerà molto tempo che la sinistra stia dietro anche a loro.

Lascia un commento