Incontro tra Bergoglio e l’imam che celebra i kamikaze islamici

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“La soluzione al terrore israeliano risiede nella proliferazione degli attacchi suicidi che diffondono terrore nel cuore dei nemici di Allah”.

Parola dell’imam di al-Azhar, Ahmed Al-Tayeb, grande amicone di Bergoglio, quello che “sente Hitler” nelle parole dei sovranisti.

Con l’imam di al-Azhar, l’attuale Papa ha sottoscritto a febbraio un documento sulla “Fratellanza Umana Universale”.

Con lui si è incontrato anche ieri, mentre vaneggiava contro il sovrannismo

L’imam di al-Azhar, in relazione agli attentati commessi contro quello che sempre Al Tayeb ritiene essere “terrore israeliano”, ha anche dichiarato quanto segue: “I paesi, governanti e sovrani islamici devono sostenere questi attacchi di martirio”. Un’altra dichiarazione che l’Ecclesia, il vescovo di Roma e qualunque persona di fede cattolica non possono sostenere. Ma non è tutto. Altre considerazioni sull’esistenza di un “comune nemico sionista” erano già state pronunciate dall’imam di al-Azhar. Un elemento, questo, che non può non costituire almeno un argomento di discussione attorno ai rapporti tra istituzioni cattoliche ed istituzioni islamiche.

“L’uomo, che il Corano riconosce come guida e protettore della donna, è autorizzato a picchiare la moglie che si sia mostrata disobbediente”, così il grande Sheikh dell’università di Al Azhar del Cairo, l’Imam Ahmad al Tayeb, ha risposto al quesito in una trasmissione televisiva durante il mese di Ramadan.

Del resto è scritto nel Corano. Non si scappa. E, sinceramente, l’imam ‘moderato’ ha detto di peggio:

BERGOGLIO APRE DIALOGO CON ESTREMISTA ISLAMICO: INVITO’ A STUPRARE CRISTIANE

Il quotidiano saudita Arab News riferisce che nel suo primo intervento il religioso aveva parlato della possibilità di colpire la moglie in modo simbolico, senza provocarle dolore o infliggerle un’umiliazione.

Alcuni giorni dopo, tuttavia, ha voluto tornare sull’argomento con una dichiarazione diffusa da Al Azhar, in cui afferma: “Non siamo contrari ad aprire un dibattito sul tema tra esperti della legge islamica. Spero di vivere abbastanza per vedere leggi nel mondo arabo e islamico che criminalizzano il fatto di picchiare (le donne)”.

Così, invece, la sua esperta:

Islamica: “Lecito stuprare donne cristiane” – VIDEO




Un pensiero su “Incontro tra Bergoglio e l’imam che celebra i kamikaze islamici”

Lascia un commento