I Cucchi vogliono denunciare Salvini perché ha detto la verità: la droga uccide

Condividi!

“Che c’entra la droga? Salvini perde
sempre l’occasione per stare zitto”,co-
sì Ilaria Cucchi,la sorella di Stefano,
ascoltando il commento del leader le-
ghista sulla sentenza che ha reso giu-
stizia alla morte del fratello.

Salvini ha detto che rispetta la fami-
glia ma il caso “dimostra che la droga
fa male”. “Anch’io da madre sono contro
la droga -ha detto Ilaria – ma Stefano
non è morto di droga”.”Contro pregiudi-
zi e questi personaggi ci siamo battuti
Sono stati chiamati in un tribunale,non
escludo che il prossimo sia Salvini”.

Ilaria Cucchi si è chiaramente montata la testa. E non da ora. Al di là del processo ai carabinieri, che accerterà la verità giudiziaria al terzo grado di giudizio, che suo fratello non fosse un esempio ma un drogato arrestato per spaccio è cosa chiara.

Se non avesse avuto a che fare con la droga, sarebbe ancora vivo. E, probabilmente, anche altri a cui avrà spacciato.

Quindi Salvini ha detto una cosa sacrosanta. Quello contro chi viene arrestato per spaccio non è un pregiudizio, è una sana incazzatura.




Un pensiero su “I Cucchi vogliono denunciare Salvini perché ha detto la verità: la droga uccide”

  1. Tre motivi concreti per cui Stefano è morto (anche) di droga: lo spaccio l’ha messo in una brutta situazione, l’abuso ne ha deteriorato il fisico, e molto probabilmente alimentato la strafottenza che gli ha poi guadagnato una strapazzata che in quelle condizioni non ha retto. Resta da dire però, che la gestione dell’accaduto da parte delle forze dell’ordine è stata indegna. O si dice chiaramente che il tizio se l’è cercata e se c’è rimasto fatti suoi, oppure si riconosce che c’è stato abuso di potere e si provvede. Qualsiasi cosa sarebbe stata meglio che insabbiare cercando di dare la colpa ai medici perchè non l’hanno resuscitato.

Lascia un commento