Assalto a bus e ambulanza, è emergenza a Roma: “I Rom ci hanno preso a sassate”, finestrini distrutti

Condividi!

Violenza nel campo rom. L’ambulanza era intervenuta per un malore a una 16enne. Invece di ringraziare l’hanno bersagliata a sassate.

VERIFICA LA NOTIZIA

Fuori dal perimetro della favela del Municipio Arvalia l’automedica è stata infatti fatta oggetto di un fitto lancio di sassi con una pietra che ha fracassato i finestrini.

E’ accaduto intorno alle 17:00 di ieri in via Luigi Candoni, alla Muratella, periferia di Roma.

A chiamare i carabinieri sono stati gli stessi membri dell’equipaggio dell’ambulanza, fuggiti dall’area del campo.

Indagini in corso per risalire agli autori del danneggiamento dell’ambulanza: probabilmente giovani del campo nomadi. Si potrebbe pensare ad una punizione collettiva, come ai bei vecchi tempi.

Altro caso di vandalismo contro un bus. È arrivato al capolinea, si è fermato alla banchina e ha aperto le portiere per far scendere i passeggeri. Poi il rumore dei vetri infranti, conseguenza di uno dei finestrini del bus distrutto presumibilmente dall’interno. Nel mirino dei vandali un autobus Cotral danneggiato al capolinea di Velletri. La chiamata ai carabinieri è avvenuta intorno alle 15:30 di giovedì 14 novembre da piazza Martiri d’Ungheria. A contattare le forze dell’ordine lo stesso conducente del mezzo regionale che ha riferito ai militari dell’Arma di essersi fermato al capolinea per far scendere i passeggeri, quando ha udito il forte rumore. Poi appurato essere uno dei finestrini laterali del Cotral.

Da sottolineare poi l’ennesimo atto violento contro un mezzo Atac. Paura al Laurentino dove un gruppo di ‘giovani’ ha lanciato sassi contro l’autobus della linea 779 che stava camminando. I passeggeri a bordo si sono spaventati anche perché il lunotto posteriore del mezzo è andato in frantumi. Il fatto è accaduto intorno alle 17:30 di qualche giorno fa.

L’autista del bus ha fermato la corsa e allertato subito le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione Cecchignola che hanno avviato le indagini, ascoltando la testimonianza dei presenti. Secondo il racconto del conducente il gruppo di giovani (almeno 4, forse minorenni) avrebbero colpito l’autobus all’altezza di piazza Eugenio Montale per poi fuggire. Nessuno è rimasto ferito. Questo è uno dei fatti di cronaca che più spesso accadono nella capitale: sassaiole contro gli autobus.

Roma sempre più come Parigi e le sue banlieus.




3 pensieri su “Assalto a bus e ambulanza, è emergenza a Roma: “I Rom ci hanno preso a sassate”, finestrini distrutti”

  1. Le società di soccorritori sono tra i principali favoreggiatori dell’immigrazione, e hanno tra i loro inservienti e volontari in tuta rossa o arancione molti immigrati.
    Non è dato sapere perchè siano già avvenuti anche altri episodi di
    ostilità dei migranti nei confronti di ambulanze, ma chi di spada ferisce di spada perisce…

Lascia un commento