Toghe rosse tramano con le Ong, Meluzzi: “Questa è eversione” – VIDEO

Condividi!

Come altro definire, questo schifo andato in scena a Lampedusa:

Toghe rosse si riuniscono con Patronaggio e ordinano: “Ora vogliamo porti aperti”

Se vi sembra normale che il capo dell’Ong Mediterranea, più volte ‘sequestrata’ da Patronaggio giusto il tempo per scaricare i clandestini e poi tornare a trafficare, e lo stesso magistrato si ritrovino a discutere di immigrazione, allora non siete normali voi.

Nemmeno si nascondono. Non hanno neanche la delicatezza istituzionale di fingere una certa imparzialità. Ascoltate cosa dice Patronaggio: di una gravità inaudita.

Il prossimo governo eletto, che sarà il primo governo italiano sovranista dalla fine della guerra, deve smantellare questa matassa di interessi e correità ideologiche che lega parte della magistratura all’ideologia anti-italiana.




2 pensieri su “Toghe rosse tramano con le Ong, Meluzzi: “Questa è eversione” – VIDEO”

  1. Io provo una grande tenerezza per chi spera che in un futuro la situazione sia reversibile. La democrazia ce la siamo lasciata alle spalle, non reagendo alle prime avvisaglie siamo a tutti gli effetti entrati in uno stato di diritto chiamato ue. L’italia non ha più valore alcuno come stato, perché non è più tale. È una terra di nessuno e di tutti, per dare l’idea della perdita di identità ci cambieranno nome, non importa quale, ne sceglieranno uno con un sinonimo di “approdo”. I magistrati come già avevo previsto, rivestono un ruolo sempre più importante perché hanno la facoltà di mutare le leggi e la costituzione a piacimento, come abbiamo constatato non legiferano nemmeno più i politici, il passaggio del testimone è avvenuto subdolamente. Scripta manent? abrogata! Il loro verbo è legge. Tutto ci parla di dittatura, non capisco come molti affermino di essere ancora in democrazia. Lo stupore è grande, vi comprendo, perché avete l’impressione che a noi non possa accadere, in quanto non appartenevamo al terzo mondo, ma il terzo mondo ormai è qua e ufficialmente, non ci sono più paesi sottosviluppati. I soldi degli europei saranno utilizzati per bonificare o arricchire zone depresse in africa, nel sudamerica. Lo scopo è rendere fruibile qualsiasi zona del globo, potrebbe svegliarsi patronaggio ed obbligarci a lascire l’italia, e voi alla fine partireste perché diversamente potreste perdere cose più care quali la libertà fisica, i figli, la vita. Tutto dipende da quello che hanno stabilito come pena per i dissidenti.
    Di sottosviluppato c’è solo la debole mente dell’europeo medio che si è fatto fottere i propri diritti senza reagire. Il giorno che salvini e la meloni erano in piazza a Roma si poteva cambiare il destino, purtroppo non è accaduto.

  2. Vorrei aggiungere che salvini con le parole accusa la contropparte di “scorrettezze” varie ma non dice che questa è una sporca dittatura a cui bisogna ribellarsi con tutte le forze. Frena il popolo alla ribellione vera, con i suoi modi di fare, con le parole, i simboli sono quelli del martirio. Gesù nel rosario è appunto in croce. Porgi l’altra guancia, ce ne sono a schifo! Ecco perché fa appello alla non-violenza, vi dice io sto dalla vostra parte ma non dobbiamo reagire. Lui è il sistema, esattamente come gli altri.

Lascia un commento