Calciatore squalificato per un meme ‘razzista’ sul compagno di squadra

Condividi!

In Inghilterra hanno una lunga coda di paglia

Una giornata di squalifica e 50mila sterline di ammenda: è questa la sanzione che la Federazione inglese ha comminato a Bernardo Silva del Manchester City per il tweet scherzoso, ma considerato razzista, nei confronti del compagno di squadra Benjamin Mendy. Il giocatore dovrà svolgere anche delle ore di servizi sociali.

L’episodio risale allo scorso settembre. Bernardo Silva pubblicò su Twitter una foto di Mendy da piccolo affiancata dalla mascotte dei Conguitos, arachidi ricoperte di cioccolato, con la scritta: “Indovina chi?”.

MA l’accostamento con Mendy, del quale Bernardo Silva è amico, non è piaciuto alla psicopolizia, tanto che il giocatore era stato costretto a cancellare il post e e scrivere: “Ragazzi, non si può più nemmeno scherzare con un amico”. Cosa confermata anche dalla ‘vittima’.

Ormai i sacerdoti del politicamente corretto sono così fuori di testa da perseguire anche chi non perseguirebbero le ‘vittime’. E ci fanno un grosso favore. Perché cadono nel grottesco.




Un pensiero su “Calciatore squalificato per un meme ‘razzista’ sul compagno di squadra”

Lascia un commento