Nuovi bandi per ospitare 1300 richiedenti asilo in Emilia: Coop rivogliono i 35 euro

Condividi!

Dopo i bandi precedenti disertati dalle cooperative, abituate ai 35 euro, il governo ci riprova: sono usciti infatti tre nuovi bandi di gara per l’accoglienza dei richiedenti asilo ma, anche questa volta, pare che non solo i big come Caleidos ma tutti i gestori del territorio diserteranno la gara.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il motivo è sempre il medesimo, confermano: il contributo previsto, imposto dai decreti Salvini, che va dai 18 ai 23 euro a seconda della tipologia di gara, non li soddisfa. Rivogliono i 35 euro. Per ‘integrare’ dicono. Certo, i loro portafogli.

L’avviso pubblico per la procedura negoziata per la conclusione di un accordo quadro annuale per l’affidamento dei servizi di gestione di centri di accoglienza riguarda 1300 richiedenti asilo.

«Non lo abbiamo neppure preso in considerazione», confermano da Caleidos. Della stessa idea il gruppo Ceis: «Non spostano nulla dal bando precedente – conferma Luca Cavalieri – quindi non prtecipiamo. Con i 18 euro come base non è possibile organizzare alcun servizio utile all’integrazione, che è la nostra mission. Noi abbiamo ancora ottanta ragazzi e presumiamo che la gara bandita di recente andrà nuovamente deserta: quindi auspichiamo in un’altra proroga tecnica in attesa di un tavolo di confronto». Perché continuerebbero a prendere i 35 euro!

Intanto sono scattati i blitz delle forze dell’ordine all’interno di alcuni appartamenti destinati all’accoglienza di richiedenti asilo politico. Lo scorso venerdì gli uomini della mobile, insieme ai colleghi della municipale sono entrati in quattro abitazioni per verificare possibili ‘via vai’ sospetti. Risultato: droga. Spacciano mentre noi li manteniamo.




Un pensiero su “Nuovi bandi per ospitare 1300 richiedenti asilo in Emilia: Coop rivogliono i 35 euro”

  1. I 18 €. che le coop prendono per ognuno degli spacciatori, delinquenti, chiamateli come volete, sono anche troppi. Gli studenti che alloggiano nei convitti e mangiano nelle mense delle scuole si devono accontentare di 5 €. al giorno e non si lamentano se il mangiare o l’alloggio è quello che è, quindi, se due più due fa quattro, vi immaginate se dessero almeno 18 €. a testa per ogni studente predetto?

Lascia un commento