Bologna, svelano che case popolari vanno tutte a immigrati: denunciati dalla Sinistra – VIDEO

Condividi!

Durante una diretta Facebook, Galeazzo Bignami e Marco Lisei – rispettivamente onorevole e consigliere comunale di Bologna, per Fratelli d’Italia – hanno mostrato i citofoni delle case popolari alla Bolognina, tutti inquilini stranieri:

Bologna, italiani epurati da case popolari: tutte a immigrati – VIDEO

“Ci diranno che stiamo violando la privacy, ma non ce ne frega assolutamente nulla, perché se stai in un alloggio popolare e c’è il tuo nome sul campanello bisogna che ti metta nell’ottica che poi qualcuno può andare a vedere”, le parole in diretta Fb del deputato di FdI. Bignami, insieme al compagno di partito Lisei, voleva denunciare i criteri di assegnazione degli alloggi pubblici, mostrando come il sistema attualmente in vigore penalizzi gli italiani.

Nel filmato postato e poi rimosso dal noto social network, perché “non si deve sapere”, i due esponenti politici hanno ripreso le targhette, pubbliche, con i nomi degli immigrati, leggendoli ad alta voce.

Per questo è stato presentato contro di loro un esposto al Garante della Privacy da parte del lesbo-avvocato Cathy La Torre. Quella in foto con la Cirinnà:

La maglietta della PD umilia la Polizia, agenti furiosi

Quella che si era opposta all’emendamento anti-pedofilia:

Bibbiano, perché la sinistra non vuole approvare l’emendamento anti-pedofili?

Delirante la tesi dell’avvocat*: “Sulle case e i negozi degli ebrei i nazisti affiggevano cartelli che potessero agevolarne il riconoscimento. Oggi il censimento della razza che ‘ruba’ agli ariani, si fa con telecamera e Facebook”. La Torre, inoltre, ha aggiunto: “Poiché però non siamo (ancora) in un’Italia nazista, ma in uno Stato di Diritto retto dalla Costituzione Italiana, ricordo ai due Colleghi Avvocati e candidati che per la legge, la diffusione di nomi, cognomi indirizzo di residenza degli assegnatari degli alloggi popolari per essere lecita deve ricevere il consenso degli interessati”.

E’ successa una cosa gravissima. Ma stavolta hanno sottovalutato le conseguenze. Sulle case e i negozi degli ebrei i…

Posted by Cathy La Torre on Sunday, November 10, 2019

Una volta che metti il tuo nome sulle targhette, hai dato il tuo implicito consenso: chiunque lo può vedere.

Anche loro sanno che è giusto le case popolari vadano prima agli italiani:

Fa un po’ impressione sentirli parlare in dialetto. Dà l’idea di come non sia la lingua o l’integrazione a rendere italiani. C’è molto di più, come ha ben spiegato il noto ‘nazista’. Sgarbi.




Un pensiero su “Bologna, svelano che case popolari vanno tutte a immigrati: denunciati dalla Sinistra – VIDEO”

Lascia un commento