Il PD vuole punire chi insulta Balotelli: “Ministro Interni indaghi”

Condividi!

Nel giorno di tre vigili del fuoco uccisi, il Pd pensa al ‘povero’ Balotelli

VERIFICA LA NOTIZIA
“Quali iniziative urgenti intende adottare la ministra dell’Interno per contribuire a fare piena luce sugli autori dei comportamenti indegni e incivili ai danni di Mario Balotelli in occasione della partita di calcio tra l’Hellas Verona e il Brescia, comportamenti purtroppo negati o minimizzati dagli stessi manager della società, dal sindaco e anche dal leader leghista Salvini? Quali azioni il governo pensa di intraprendere per impedire il ripetersi in futuro di fatti analoghi, assicurando così che anche gli stadi possano essere luoghi di civile convivenza, promuovendo contestualmente, anche nelle scuole, una rinnovata cultura sportiva incentrata su rispetto, lealtà e lotta a ogni forma di razzismo?”.

Lo chiedono al ministro abusivo dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un’interrogazione parlamentare i deputati del Pd Alfredo Bazoli, capogruppo in commissione Giustizia, ed Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo.

Qui abbiamo spacciatori connazionali di Balotelli che la fanno da padrone nelle nostre città. Sbarchi quotidiani di pluripregiudicati. E questi chiedono al loro ministro abusivo che cosa intende fare per difendere un milionario arrogante e mediocre da i presunti insulti di una decine di individui? Non sono normali.

“Episodi come quelli accaduti allo stadio veronese -aggiungono gli esponenti Dem- dove il capo degli ultras è il coordinatore per il Nord Italia di Forza Nuova e ha dichiarato che ‘Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano’, devono essere fermamente stigmatizzati e sanzionati; soprattutto in un contesto nazionale e internazionale di esaltazione dell’intolleranza, dell’odio, del razzismo e della violenza con rievocazioni nostalgiche di quei regimi che ne furono l’incarnazione. Il mondo sportivo -concludono Bazoli e Fiano- grazie ai valori che lo animano dovrebbe essere invece il luogo deputato a favorire l’inclusione sociale e contrastare le forme di intolleranza e discriminazione razziale”.

Secondo loro, uno che prende milioni di euro per segnare un gol all’anno è discriminato. Uno che i suoi genitori avevano di fatto buttato nel cesso e che non fosse stato per una famiglia italiana nel cesso sarebbe rimasto. Ridicoli.

Avete scelto il testimonial sbagliato. Vi si ritorcerà contro.

Siete una minoranza di invasati:

Verrete spazzati via. E sarà la cosa più giusta mai fatta.




Un pensiero su “Il PD vuole punire chi insulta Balotelli: “Ministro Interni indaghi””

  1. Inoltre è per merito della famiglia italiana che lo ha adottato che sicuramente, con conoscenze di alto livello, ha fatto in modo che arrivasse dov’è. Per come gioca sarebbe rimasto al campetto del prete pedofilo.

Lascia un commento