Sbarchi aumentati del 250%: sfondata quota 10mila clandestini

Condividi!

Ottobre si è concluso con un nuovo record per il governo del ribaltone. Sbarchi raddoppiati anche in un mese solitamente tranquillo: 2.015 i clandestini scaricati quest’anno contro i 1.007 lo scorso anno.

VERIFICA LA NOTIZIA

Da quando la ex sinistra è tornata al governo, due mesi, sono già sbarcati 4.500 clandestini. Tanti quanti ne erano arrivati con Salvini erano arrivati in 8 mesi.

Tenendo anche conto che Salvini era ministro durante i mesi tradizionalmente peggiori, quelli estivi, con il nuovo governo gli sbarchi sono quasi QUADRUPLICATI.

E novembre inizia con un’altra nave Ong in arrivo. Dopo l’ingresso della Ocean Viking, la nave dell’Ong tedesca Sea Eye, la Alan Kurdi, si posizione a poche miglia alla Sicilia. Devono avere letto l’intervista della Lamorgese.

A bordo una novantina di clandestini. La missione della nave è iniziata sabato scorso con uno scontro sfiorato con alcune motovedette della Guardia Costiera libica.

In particolare, dopo avere ‘rubato’ i 92 clandestini in acque libiche contigue, mezzi (militari e non guardia costiera) di Tripoli hanno raggiunto la zona circondando la Alan Kurdi. I libici hanno chiesto di interrompere le operazioni illegali, in quanto le acque in cui si stava operando erano di competenza libica. Da parte dei militari libici sono stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco.

Da quel momento, la nave ha iniziato il consuetudinario giro lungo il tratto di mare che separa la Libia dall’Italia. Ed ora, come spesso capitato già in passato, i membri della Sea Eye hanno affidato le proprie richieste ai social: “Ottantotto persone rimangono con noi – si legge sul canale Twitter dell’Ong – Quando termina questo blocco?”.

Dei 92, quattro sono stati evacuati per le solite presunte “ragioni di salute” nelle scorse ore. L’ultimo proprio questa mattina.

Questo governo ha appaltato alle Ong il traffico di clandestini dalla Libia.

L’unica nota positiva, che dipende dal crollo degli sbarchi dei mesi scorsi e dai decreti Salvini che hanno cancellato migliaia di finti profughi:

Svelata truffa PD: con decreti Salvini scoperti 150mila finti profughi

E’ che continua a diminuire il numero di fancazzisti in hotel a spese dei contribuenti. Calo che però rallenta ‘grazie’ ai nuovi sbarchi:

Con Salvini sono stati cacciati dagli hotel oltre 75 mila finti profughi. E altri 75 mila erano sulla via: ma il Pd vuole abrogare i decreti Salvini, proprio per interrompere questa emorragia di clienti delle proprie coop.




Lascia un commento