L’Italia s’è Destra: “Il Centro è morto e la Sinistra crolla di 7 punti”

Condividi!

Le elezioni sono sempre il riflesso di un processo culturale e sociale. Il boom della Lega ha radici nel profondo ritorno degli italiani alle origini identitarie.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il Centro, quella zona popolata da ermafroditi della politica, è morto. Parola di Ilvo Diamanti che sulle pagine di Repubblica descrive un’Italia non più moderata. In realtà non lo è mai stata, è stato tutto frutto di un periodo storico lungo ma peculiare e irripetibile.

“Il Centro si è definitivamente ridotto al 10 per cento, mentre gli spazi contigui e complementari hanno mantenuto il loro rilievo. Centro-Destra e Centro-Sinistra oggi attraggono ancora il 15-19 per cento degli elettori, ciascuno”.

Crolla anche la Sinistra: “Nel 2013 questo riassumeva il 35 per cento degli elettori. Oggi invece vanta 7 punti in meno. Un dato, questo, che non tocca l’area di Destra e del Centro-Destra”. E’ l’Italia che porta la Lega di Matteo Salvini al 35 per cento dei consensi e Meloni al 10 per cento. E’ l’Italia sovranista. Che c’è sempre stata. E che ora ha voce.




Lascia un commento