Ong tedesca carica 92 clandestini in acque libiche, battaglia con guardia costiera: governo tedesco la fa liberare e punta l’Italia

Condividi!

ORA L’ONG TEDESCA STA DIRIGENDO VERSO LE ACQUE ITALIANE, OVVIO DOPO L’INCONTRO DI IERI AL VIMINALE CON L’ABUSIVA LAMORGESE

La nave tedesca Alan Kurdi, dell’ong Sea Eye, ieri ricevuta al Viminale da Lampergese, ha intercettato alcune ore fa un barcone con quasi 100 clandestini a bordo in acque libiche.

Per questo è intervenuta la locale Guardia Costiera:

Quindi abbiamo il governo tedesco che interviene e ‘libera’ l’ong tedesca carica di clandestini perché traghetti il centinaio di immigrati in Italia. E’ l’accordo di Malta.

Tutto questo avviene perché ora hanno una dei loro al Viminale:

Il ministro dell’Interno incontra le Ong al Viminale per organizzare sbarchi: “Porti aperti”

Ricordiamo che il governo di Tripoli aveva avvisato le Ong illegali:

Libia vara decreto anti-Ong: non potranno più pescare clandestini o saranno abbordate

Ma ecco come ribaltano la vicenda:

Tensione nelle acque libiche dopo l’al-
larme lanciato da Alarm Phone e Sea
Watch Italia: “La Guardia Costiera mi-
naccia con armi da fuoco” la Alan Kurdi
che sta soccorrendo migranti.

“Fortunatamente tutte le 90 persone
sono state portate a bordo”, comunica
Sea Watch Italia ricordando che “la mi-
lizia aveva sparato in aria e in acqua
verso le barche mettendo in serio peri-
colo la vita delle persone”. Sempre se-
condo la Ong, “i libici hanno poi la-
sciato l’area, ma una seconda imbarca-
zione è stata rapita da loro”.

Quindi a ‘rapire’ non è chi irrompe in acque di uno Stato sovrano su segnalazione del radiotaxi degli scafisti, ma la guardia costiera dello Stato sovrano. Incredibile.




2 pensieri su “Ong tedesca carica 92 clandestini in acque libiche, battaglia con guardia costiera: governo tedesco la fa liberare e punta l’Italia”

Lascia un commento