Putin ferma la guerra in Siria: russi pattuglieranno confine con Turchia

Condividi!

Ankara prolunga l’attuale cessate il
fuoco nel nord-est della Siria di altre
150 ore. Turchia e Russia condurranno
pattugliamenti congiunti fino a 10 km
dal confine turco. E’ esclusa Qamishli,
principale centro curdo nell’area.

E’ l’intesa raggiunta a Sochi dai pre-
sidenti dei due Paesi, Erdogan e Putin.
“Accordo storico per la lotta contro il
terrorismo, a favore dell’unità politi-
ca e territoriale della Siria e per il
rientro dei rifugiati”, annuncia Erdo-
gan.”Il Paese deve essere liberato dal-
la presenza illegale straniera”, Putin.

Ottimo accordo. Anche per l’Europa che eviterà un paio di milioni di clandestini musulmani. Grazie Putin.




3 pensieri su “Putin ferma la guerra in Siria: russi pattuglieranno confine con Turchia”

  1. Senza zio Putin il Piano che hanno in mente i criminali globalisti procederebbe molto più spedito. Per questo il deep state americano e le sedicenti elites culturali euroamericane lo odiano e vorrebbero la guerra.
    Forse però non è chiaro a questi delinquenti che, a parte i loro soldi, per fare la guerra serve convinzione, ferrea morale, abnegazione. Tutte cose che non potranno mai ottenere dai popoli europei in nome degli amati popoli colorati per proteggere il loro ‘diritto’ ad invaderci e colonizzare le terre dei bianchi. Certo possono pagare armi costose, ma anche i soldati vanno pagati e pagare un esercito mercenario numeroso costa più di sistemi d’arma importanti. Inoltre un esercito mercenario, come insegna Machiavalli, è forte con i deboli ed in stato di superiorità, ma codardo quando incontra veri militari disposti al sacrificio per la Patria, e fuggono rovinosamente portando via tutto quello che possono nelle terre che attraversano, fino ai.. loro ricchi datori di lavoro. Ma sono parole al vento. All’uomo piace rischiare pur di raggiungere i suoi obiettivi, perversi o meno che siano. Per cui i criminali globalisti speculatori non si fermeranno, tanto meno se non vedranno pericoli immediati all’orizzonte.

Lascia un commento