Pazza accoglienza: oltre la metà dei profughi ha problemi mentali

Condividi!

Secondo uno studio su richiedenti asilo ospiti in Veneto e Lombardia, oltre la metà dei cosiddetti profughi ospitati in questi anni in Italia avrebbe problemi mentali.

Lo confermano studi effettuati in altre regioni: stiamo ospitando masse di Kabobo. Con tutto quel che ne consegue. E non è colpa loro, è colpa nostra che li abbiamo fatti entrare senza alcun controllo preventivo.

Del resto non passa giorno senza un richiedente asilo o clandestino che dà di matto. Spesso parliamo di problemi degradanti ma risolvibili, come individui che vagano nudi per le nostre città. Ma, a volte, sgozzano i passanti.

I dati arrivano dall’indagine dei volontari dell’associazione Psicologo di strada che hanno indagato il disagio psicologico dei richiedenti asilo.

E i risultati sono inquietanti. Di più, allarmanti: emerge che oltre la metà (54%) del campione di profughi preso in considerazione dall’indagine condotta con la collaborazione del Centro Veneto Servizi di Padova dallo psicologo-giornalista Cristiano Draghi e la psicologa criminologa Laura Baccaro (presidente di Psicologo di strada), mostra sintomi evidenti del Disturbo post traumatico da stress (Ptsd).

Patologia che aumenta in chi la soffre la predisposizione alla violenza.

I richiedenti asilo che hanno partecipato all’indagine sono quelli ospitati dalla cooperativa Popoli Insieme di Padova e in altre strutture tra Rovigo, Adria e in Brianza.

«Abbiamo preso in considerazione migranti provenienti principalmente da Nigeria, Gambia, Costa d’Avorio e Guinea».

VERIFICA LA NOTIZIA

Nessuno di questi paesi ha una guerra in corso. Alcuni non la vedono da un secolo. Qualunque cosa causi in questi ‘profughi’ turbe mentali, non è la guerra, ma ‘qualunque cosa’ li rende delle bombe ad orologeria per le strade.

E significa che abbiamo un esercito di individui con problemi mentali causa di violenza per le strade: oltre la metà dei profughi che ospitiamo in hotel. Senza contare quelli ‘scomparsi’: in questo caso parliamo di mezzo milione di ‘stressati’. Voi capite che poi può capitare che uno di questi, sotto stress, sgozzi un italiano al mercato o ne ammazzi a bastonate un paio. O chissà cos’altro. Magari che faccia a pezzi una ragazzina perché glielo dicono le voci.




6 pensieri su “Pazza accoglienza: oltre la metà dei profughi ha problemi mentali”

  1. Io saro’ all’antica ma per me i veri pazzi sono quelli che li fanno entrare e li difendono fino all’estremo.Questa mi sembra solo una manovra per giustificare e depenalizzare la marea di reati che andranno a compiere.(‘Poverini sono stressati’.)E poi tutti gli attentatori islamici sono solo pazzi,secondo loro.

    1. Penso che chi li fa entrare non è pazzo ma semplicemente sta portano avanti con raziocinio la sua politica, che consiste nel distruggere fisicamente la razza bianca. Perchè lo fa? Per vendicarsi delle persecuzioni che asserisce di aver subito in passato e per evitarne altre supposte future. Il problema è che al momento la strategia di questo risoluto avversario è vincente; i negri che danno di matto sono lo strumento per distruggerci, insieme ai tanti altri già elencati e non eaustivi: aborto divorzio contraccezione femminismo marxismo psicoanalisi liberismo onanismo chiusura delle case chiuse pederastia arte degenerata reggaeton eccetera

  2. La percentuale di malati di mente c’è, perché in africa sono frutto di incestuose tresche e poi la lue, trasmessa anche dalla madre alla prole, alcuni nascono già infetti, quindi ci sta che alcuni effettivamente siano pazzi. Ma tutti gli altri commettendo reati accedono alla sanità col famoso tso e subito dopo alla pensione per invalidità che a noi italiani esauriti non viene elargita. Se li vediamo tranquilli e sereni per le strade è perché prendono in qualche modo sussidi a piene mani. Che sia diritto di cittadinanza, che sia pensione per invalidità, rei sino a l’anno scorso, comunque sono sulle spalle dei contribuenti. Non ci dobbiamo stupire se le tasse continuano ad aumentare, vanno di pari passo con le presenze, nessuno di loro lavora, una catastrofica crisi anche sanitaria ci attende, a paragone il 29′ sarà un momento di estremo benessere.

  3. Il bello è che la maggior parte diventano pazzi a causa della traversata, come dire che a uno viene l’indigestione se si abboffa al ristorante o crepa di freddo se gira nudo sul Monte Bianco, prima si buttano a mare poi diventano pazzi perché si buttano a mare e noi dobbiamo sentirci responsabili della loro pazzia e dovremmo nutrirli e curarli FANTASTICO

  4. Per tanti anni
    ci hanno ingannati!
    O Italia ciao, Italia ciao, Italia ciao ciao ciao :
    da tutto il mondo
    ci hanno portato
    un milione d’invasor!

    O capitano
    falli fermare!
    Tu digli ciao, digli ciao, digli ciao ciao ciao!
    Noi combattiamo
    contro i negrieri
    che ci portano il terror!

    Quelli che arrivan
    regolarmente
    noi li accogliamo e diciamogli ciao ciao ciao,
    ma chi ci offende
    e ci fa danno
    è soltanto un invasor!!!

    Ed i ministri
    che fanno accordi
    con quelli che poi ci dicono ciao ciao ciao
    o son dei grandi incompetenti
    o son, del popolo, traditor!

    Ed il governo
    di cui fan parte
    presto a casa dovrà andar!

Lascia un commento