Boom di sbarchi: e rimangono tutti in Italia, il tradimento di Conte

Condividi!

Continua l’emergenza a Lampedusa.

Alle due imbarcazioni sbarcate ieri, occorre aggiungere anche i 57 migranti arrivati a Lampedusa nella notte tra venerdì e sabato: approdati nella zona di Cala Francese, nessuno si èa accorto inizialmente del loro arrivo.

Il gruppo, come raccontato da AgrigentoNotizie, seguendo le luci della strada che porta verso il paese, si è spostato verso il centro urbano dell’isola. Rintracciati dalle forze dell’ordine dopo alcune segnalazioni da parte dei cittadini, anche per loro è scattato il trasferimento presso il centro di contrada Imbriacola.

E la struttura in questione appare sempre più al limite: l’hotspot potrebbe infatti ospitare un totale di 95 persone, ma oramai dall’inizio dello scorso mese di settembre è costantemente sovraccaricato.

Le condizioni meteomarine hanno permesso nelle ultime ore lo spostamento di alcuni di loro a Porto Empedocle tramite il traghetto di linea, perché mica li ricollocano nella Ue o a casa loro, no, li sparpagliano per l’Italia. E i continui arrivi non danno respiro agli operatori della struttura ed alle forze dell’ordine.

Nel frattempo, poco più a largo delle coste lampedusane, sta proseguendo il lavoro dei sommozzatori della Guardia Costiera per il recupero degli ultimi cadaveri del naufragio del 7 ottobre scorso. Perché non buttano via nulla:

Ogni cadavere di clandestino rende 1.000 euro alle Coop: IVA esclusa – VIDEO




Lascia un commento