Questore costretto a scusarsi con l’immigrata del PD per avere detto “i figli degli immigrati delinquono”

Condividi!

Ieri vi abbiamo dato questa notizia:

Questore lancia allarme: «Figli immigrati non conoscono la legalità»

Il questore è stato subito attaccato dal Pd e dai soliti sindacati (che devono avere risolto il problema disoccupazione, visto che hanno tempo per pensare solo agli immigrati)

VERIFICA LA NOTIZIA

Il questore Antonio Sbordone è stato costretto a cospargersi il capo di cenere davanti alla consigliera comunale del Pd Marwa Mahmoud.

A far infuriare l’esponente del Pd erano state le dichiarazioni di Sbordone sull’introduzione di corsi di educazione civica nelle scuole per i figli di immigrati, che a Reggio Emilia e in tutta Italia commettono reati a raffica. Parole contestate poi anche da Cgil, Cisl e Uil.

Il questore ha dovuto invitare questa mattina Mahmoud ad un incontro chiarificatore, in cui la consigliera lo ha ‘rieducato’: “Abbiamo parlato di educazione, di cittadinanza, di Ius culturae e di migrazioni. È stato un incontro molto positivo e costruttivo, in cui e’ emersa tutta la sensibilita’ del questore e il suo rammarico per i titoli comparsi sui giornali di ieri”. E ancora, dice Mahmoud, “mi ha assicurato che nelle nostre scuole non ci saranno corsi discriminatori dedicati solo a bambini con origini straniere, ma che lavoreremo insieme per promuovere l’educazione civica tra tutti i cittadini di domani”. Un confronto, conclude la dem, “molto importante tra la politica e il mondo delle istituzioni”.

Un questore italiano che deve subire la ramanzina di una con quel coso in capo che si chiama Marwa Mahmoud. Ma, soprattutto, perché una con quel nome è consigliere in una città italiana?

Questore, se non ha quelle cose lì, eviti di parlare per poi fare marcia indietro.

Ps. La cosa positiva è che non ci saranno inutili corsi per la prole degli invasori.




3 pensieri su “Questore costretto a scusarsi con l’immigrata del PD per avere detto “i figli degli immigrati delinquono””

  1. E’ vero che viviamo in un paese attualmente governato da personaggi vuoti, impreparati , inconsistenti , ipocriti e voltagabbana (leggi Conte and company), ma un questore che esprime un suo giudizio – che peraltro rispecchia esattamente la situazione attuale – non dovrebbe mai scusarsi o accettare supinamente le critiche di chicchessia e in particolare di una immigrata araba.

    1. Rik… purtroppo e’ cosi… qui oramai non puoi piu’ permetterti di non essere politically correct, ovvero un termine inglese per dire tieniti per te qualsiasi considerazione che critichi i nuovi Italiani…

Lascia un commento