Ragazzina italiana stuprata da branco pakistani: notizia nascosta per 2 mesi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sulla drammatica vicenda della ragazzina stuprata a Udine:

Immigrato stupra ragazzina: magistrati tengono nascosta la notizia per 2 mesi

Emergono particolari che rendono lo stupro molto simile a quanto accaduto in questi anni in Inghilterra: gli stupri etnici di ragazzine locali disagiate da parte di gang di pakistani.

La ragazzina, infatti, sarebbe stata stuprata non da uno, ma più volte da un gruppo di pakistani.

E il racconto delle violenze è identico a quanto accaduto a migliaia di bambine in Inghilterra. Secondo le prime ricostruzioni, la ragazzina italiana sarebbe stata avvicinata in un parco da un pakistano e costretta ad andare con lui in un edificio abbandonato del capoluogo friulano dove, sotto minaccia, è stata violentata più volte dallo straniero da altri suoi connazionali, residenti a Udine. Tutti ‘richiedenti asilo’ che arrivano dalla marcia islamica che oltrepassa la frontiera a Trieste.

Dopo una notte di maltrattamenti, la ragazzina è riuscita a liberarsi dal branco e mandato dei messaggi a un’amica, chiedendo aiuto. Quindi è scattato l’allarme e il soccorso.

Inizialmente è stato identificato uno degli stranieri, che è stato sottoposto a fermo d’indiziato di delitto. Poche settimane dopo è stato fermato un altro dei violentatori. Ora gli inquirenti, coordinati dalla Questura di Udine, stanno cercando di individuare il terzo stupratore.

Forse, diffondere l’identikit e non tenere la notizia nascosta avrebbe aiutato. Ma tutti noi sappiamo il perché nascondono queste notizie: e non c’entra una beata mazza il fatto che la vittima sia minorenne. Non la sua foto vogliamo, né il suo nome: quelli degli stuprtori.




3 pensieri su “Ragazzina italiana stuprata da branco pakistani: notizia nascosta per 2 mesi”

  1. Luridi bastardi maomettani…Questi puttanieri malcagati li conosco bene…Ho soggiornato al loro paese per qualche anno Non hanno pietà di nulla ne scrupoli.Per questi porci ci vogliono camere a gas e forni crematori.Una razza lercia,da eliminare.

Lascia un commento