Italia: è record poveri, ma ospitiamo 100mila immigrati in hotel

Condividi!

In Italia nel 2018 il 27,3% della popolazione è risultata essere a rischio povertà o esclusione sociale contro il 25,5% del 2008.

VERIFICA LA NOTIZIA

Tra il 2008 e il 2018 la quota della popolazione con introiti al di sotto della soglia fissata per determinare il rischio povertà è salito dal 18,9 al 20,3%, mentre quella delle persone in gravi difficoltà – non in grado di pagare bollette, riscaldamento, ecc – è passato dal 7,5 all’8,5%.

Alla fine del 2017, il Pd, dopo 5 anni di governo, aveva lasciato 700.000 italiani in cerca di una casa. E oltre 170mila richiedenti asilo (clandestini) in hotel.

Nello stesso periodo di cinque anni, la casa che non aveva trovato a 700mila italiani, l’ha trovata a quasi 1 milione di ‘richiedenti asilo’, con in media 170mila ospitati ogni anno. E 170mila ne ha lasciati in hotel e case quando ha consegnato le chiavi del Viminale a Salvini. Che è riuscito, in soli 14 mesi, e con la zavorra grillina, a farne uscire circa 70mila.

Ora che è tornato al governo, per la quarta volta in sei anni senza voto popolare, il Pd vuole ricominciare. Ha subito riaperto i porti. E ancora oggi, quasi 100mila immigrati sono ancora negli hotel per cosiddetti profughi.




Un pensiero su “Italia: è record poveri, ma ospitiamo 100mila immigrati in hotel”

Lascia un commento