Immigrato stupra ragazzina: magistrati tengono nascosta la notizia per 2 mesi

Condividi!

Una ragazzina di 15 anni è stata violentata da un giovane immigrato con il quale era entrata in contatto poiché entrambi avrebbero frequentato uno stesso giro di persone inclini all’uso di sostanze stupefacenti. Ci risiamo: l’unico modo in cui entriamo in contatto con ‘loro’ è per la droga.

VERIFICA LA NOTIZIA

E ogni volta, chi lo fa finisce male.

Il fatto risale alla fine dell’agosto scorso ma la notizia, per la solita censura sui crimini degli immigrati si è appresa soltanto oggi.

La minorenne venne trovata dalla Polizia all’esterno di un edificio abbandonato a Udine. La ragazzina era da tempo affidata ai servizi sociali del proprio comune di residenza.

I servizi sociali non recuperano nessuno. Semmai lo portano ancora più giù.




4 pensieri su “Immigrato stupra ragazzina: magistrati tengono nascosta la notizia per 2 mesi”

  1. Notizia censurata per aiutare i negri ma anche notizia in ogni caso poco utile alla causa: a causa del vergognoso classismo cui ci hanno ridotto i “globalisti apolidi”, la povera bambina, per il fatto di essere disagiata povera e poco seguita dai suoi genitori, non è in grado di suscitare simpatie. Lo stupro, meglio se anale e con complicate lacerazioni, dovrebbe riguardare la figlia di un dirigente Rai, o la figlia di un magistrato delle acque, o la figlia di un alto ufficiale del nostro valoroso esercito. Ed avere seguito mediatico ovviamente, ma quando vedi che i “globalisti apolidi” riescono a silenziare lo stupro di gruppo compiuto dal figlio del capo del principale partito italiano di governo, Ciro Grillo stupratore di gruppo, bè ti rassegni.

  2. Magari capita come in Germania e ad un certo punto la vittima si chiamerà “Cohen”, allora sarà un caso nazionale.
    ****
    Essere odiati ai quattro angoli della terra solo per il colore del proprio naso è veramente una cohencidenza straordinaria.

  3. I negri sono stupidi, si sa, ma non al punto di stuprare le figlie dei loro consumati adoratori e protettori. Gli si ritorcerebbe contro l’impresa e non avrebbero piu scarcerazioni facili.

Lascia un commento