Ius Culturae, Berlusconi: “Si’ a cittadinanza dopo esame specifico” – VIDEO CHOC

Condividi!

Berlusconi, grande amico di Erdogan, tanto da presenziare al matrimonio del figlio, apre alla svendita della nostra cittadinanza.

«Mi sembra logico e normale che ragazzi nati o venuti qui da giovanissimi, o nati da cittadini stranieri e che hanno fatto le scuole qui possano diventare cittadini italiani. Ma non con una norma generale, ma con un esame particolare su uno di loro, caso per caso», ha detto Berlusconi nel corso dell’iniziativa #IdeeItalia a Milano.

Cosa che, del resto, è già oggi purtroppo possibile al 18esimo anno.

L’unico discrimine, secondo Berlusconi, è che la cittadinanza non va data «a chi odia cristiani, ebrei e considera le donne una razza inferiore e non accetta la laicità dello Stato, non condivide le leggi italiane. Una norma generale verrebbe sfruttata poi, secondo me, dai trafficanti di essere umani che andrebbero a dire ai migranti che in Italia non c’è più la rigidità di prima su questo punto». Come si possa scoprire se qualcuno odia qualcun altro non si sa.

Del resto l’apertura di Berlusconi e Forza Italia al tema della riforma della legge sulla cittadinanza non è una novità.




4 pensieri su “Ius Culturae, Berlusconi: “Si’ a cittadinanza dopo esame specifico” – VIDEO CHOC”

  1. Intanto ha confuso il Medio Oriente con l’Estremo Oriente. In secondo luogo,queste affermazioni sono gravissime perché ci dicono chiaramente che lo Ius culturae sostenuto da PD-M5S-LeU, potrebbe avere l’appoggio di FI, e dunque passare con un’ampia votazione in parlamento.

    Detto ciò, non stupiscono neppure me, perché il Berlusca non è e non è mai stato di destra.

  2. Secondo me sarebbe il popolo che dovrebbe fare un “piccolo esame” come lo chiama lui, ai politici che, ora come ora, rubano tutti a piene mani. Se rimbambito? L’esamino non lo passi.
    Hai i genitori indagati e poi dichiarati colpevoli? Vai a casa a calci in culo, perché sei fatto della stesso pasta e ci restituisci tutto quello che ci hai rubato. Non sei stato eletto, hai fatto un golpe?
    Peccato non passi l’esamino e ti impicchiamo! Così dovrebbe funzionare.

Lascia un commento