Spacciatore tunisino vede agenti e ingoia droga: muore

Condividi!

Non appena ha visto avvicinarsi gli agenti della Polizia di Stato, è scappato ingoiando la droga che spacciava. Per grazia divina la droga è stata fatale per il tunisino di 46 anni che è poi è morto all’ospedale Fatebenefratelli di Milano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Intorno alle 18 di ieri, una volante lo aveva notato in atteggiamento sospetto e, dopo un breve inseguimento, era stato bloccato.

Non avendo documenti, è stato portato in questura per il fotosegnalamento. Lì ha dichiarato le sue generalità ed è risultato destinatario di un provvedimento di espulsione, ha poi iniziato a sentirsi male, con forti dolori all’addome e schiuma dalla bocca. Portato in ospedale da un’ambulanza che si trovava in quel momento nel cortile nella questura milanese, è poi morto attorno alle 19.30.

Il magistrato ha disposto l’autopsia ma, secondo fonti della Questura, dalle prime analisi nel sangue risultano tracce di stupefacente che probabilmente gli è stato fatale.

Tutto è bene quel che finisce bene.

Pensate se potessimo applicare il metodo Duterte.




4 pensieri su “Spacciatore tunisino vede agenti e ingoia droga: muore”

  1. appunto per grazia divina 1 merda in meno
    mi spiace che abbiamo pagato l’ultima ambulanza di circa 500€ per l’emergenza
    e vorrei tanto che si estinguessero così tutti i venditori di morte 🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳

Lascia un commento