Italia sotto assedio: intere zone sotto il controllo di gang straniere

Condividi!

Se il flusso dalla Libia è ripreso con l’arrivo del governo del ribaltone, una tenaglia islamica si sta chiudendo sull’Italia. A est gli algerini assaltano la Sardegna. A Ovest i loro colleghi tunisini appena usciti dalle carceri sbarcano in massa in Sicilia. Un fenomeno che ha visto un’escalation con il ritorno del PD, per la quarta volta in sei anni senza mandato popolare, al governo.

Tra sbarchi fantasma e non, migliaia di musulmani continuano ad arrivare e poi si dileguano nel territorio.

E se con Salvini gli sbarchi, anche da Tunisia e Algeria, si erano ridotti al minimo, ora l’annuncio dei porti aperti ha dato vita ad un tam tam in tutto il Nordafrica:

Clandestini esultano: “Senza Salvini, in Tunisia tutti pronti a partire” – VIDEO

Nel 2017, in Sicilia in, prima dell’arrivo di Salvini al Viminale, molti erano addirittura costretti ad abbandonare le case sul mare per il terrore di subire le violenze dei detenuti tunisini in arrivo. Con diversi casi di violenze e molestie. In Sardegna, a Cagliari, nacquero ronde cittadine dopo le quotidiane violenze degli algerini.

Siamo stati ad un passo dal baratro. Il 4 marzo ci eravamo ripresi il futuro per i capelli. Il ribaltone ci ha fatto tornare sull’orlo del precipizio.

L’Italia è sotto assedio. Il lavoro di Salvini, in questi pochi mesi aveva praticamente azzerato le partenze dalla Libia. Ora siamo tornati al tempo del PD:

Appena sbarcati irrompono in ristorante sulla spiaggia e lo rapinano

Perché l’assedio non è solo esterno: i nemici li abbiamo già in casa. E sono 500mila. Sparsi tra tendopoli, edifici occupati e baraccopoli:

Le 42 no-go-zone dove gli italiani non possono entrare

A Roma, ad esempio, vengono tollerate cose simili da anni:

Stuprata in tendopoli da immigrato: Ong Baobab sotto accusa

Solo a Milano ci sono 49mila clandestini. E’ intollerabile. Come è intollerabile quello che è avvenuto a Borgo Mezzanone, una delle decine di no-go-zone ‘italiane’:

Poliziotti accerchiati da africani: “Non potete arrestarci” – VIDEO

Salvini l’ha sgomberata. Ora sta rinascendo.

Qualcuno pare non essersi ancora reso conto che, ad esempio, Castel Volturno è divenuta una specie di enclave extraterritoriale in mano alla mafia nigeriana: letteralmente.

Sappiamo dove sono, sappiamo quanti sono. Il territorio va riconquistato con operazioni militari. Non bastano le forze dell’ordine. Non è normale amministrazione: è guerra.

Il prossimo governo metta un generale a capo di un’operazione di riconquista del territorio caduto in mano alla mafia nigeriana: si circondano le baraccopoli, le si sgomberano palmo a palmo, i suoi occupanti si caricano su aerei e li si rimanda a casa.

Se non facciamo questo. Siamo perduti. Se non cacciamo questo governo di farabutti e ladri di democrazia, siamo perduti.




Un pensiero su “Italia sotto assedio: intere zone sotto il controllo di gang straniere”

Lascia un commento